Moderno, audace e irriverente: è il profumo Pop di Stella McCartney dedicato alle Millenials, le giovanissime native digitali pronte a conquistare il mondo dopo aver trovato il loro palcoscenico su Instagram e Snapchat. La terza fragranza in ordine di tempo della stilista britannica (dopo Stella e L.I.L.Y) vuole essere attenta alle peculiarità di ognuna di loro: un omaggio all’unicità, all’autenticità e all’avventura.

Stella McCartney ha spiegato: “Pop è uno stato d’animo. Cattura e celebra quel momento unico, speciale ed eccitante che vivi quando stai cercando te stessa e cominci a trovare la tua strada. È la libertà e l’inizio di una nuova vita senza giudizi ed etichette. Insieme come fossero una, queste giovani donne sono una vera forza della natura”.

Ecco, allora, 7 cose da sapere sul nuovo profumo Pop di Stella McCartney.

  1. Pop combina le note floreali della tuberosa, scelta per il suo inebriante effluvio iconico, enfatizzando il suo lato floreale più luminoso, croccante e solare, con il sandalo. Una combinazione insolita di note floreali e legnose che dà vita a un profumo molto femminile, che lascia il segno senza essere invadente.
  2. La fragranza è stata creata con la tecnologia biomimetica, che evita un consumo intensivo di risorse per estrarre l’olio dai fiori di tuberosa e arriva a salvare un albero di sandalo ogni 2.500 bottiglie di profumo prodotte. Rispetto all’olio che si estrae dalla lavorazione dei fiori, l’olio biomimetico ottenuto dalla tuberosa in fase di fioritura è purissimo e produce una qualità di profumo più luminoso. I boccioli di tuberosa, infatti, pur essendo fortemente profumati, hanno una resa di olio molto bassa – occorrono 3.600 fiori per “distillare” un grammo di olio purissimo. Il legno di sandalo, invece, molto richiesto per il suo olio pregiato, impiega 25 anni prima di essere raccolto, tanto che oggi risulta essere tra le specie vegetali più a rischio d’estinzione.
  3. Ispirati dal carattere audace ma allo stesso tempo equilibrato della fragranza, la bottiglia e il tappo si fondono tra loro con un inedito design di forme minimaliste. Il flacone della fragranza, versione capovolta della bottiglia sfaccettata di “Stella”, è un sottile riferimento all’imprinting ribelle di “Pop”. Il tappo, che s’ispira al medaglione firmato Stella McCartney, aggiunge una nota audace all’esplosivo rosa metallizzato mentre il diffusore integrato sul tappo, innovativo e pratico, aggiunge un tocco giocoso.
  4. Per ridurre al minimo anche l’impatto ambientale della confezione è stata impiegata una moderna tecnologia. Il gel doccia e la crema corpo abbinati alla fragranza sono racchiusi in packaging di plastica riciclata al 100% mentre il Forest Stewardship Council (FSC) certifica tutte le scatole della linea, garantendo così la loro provenienza da foreste trattate in modo sostenibile.
  5. La campagna e il video hanno come protagoniste quattro talenti creativi che rappresentano la generazione di donne di oggi determinate e incarnano un approccio moderno e anticonvenzionale alla bellezza: la musicista Grimes (alias Claire Boucher), l’attrice e attivista Amandla Stenberg, l’animalista Kenya Kinski Jones, figlia di Quincy Jones e Nastassja Kinski, e “Lola” Leon.
  6. “Lola” Leon altro non è che Lourdes Ciccone: la figlia di Madonna ha debuttato come testimonial del nuovo profumo Pop targato Stella McCartney, annunciando il suo coinvolgimento su Instagram con uno scatto dietro le quinte.
  7. Sia la campagna che il video sono stati girati nel deserto della California e seguono le quattro muse Pop in un viaggio on the road mentre assaporano la loro indipendenza, liberandosi di ogni freno e partendo all’avventura. La regista della campagna è Melina Matsoukas, a capo di un team tutto al femminile. È stato invece il leggendario fotografo Glen Luchford, rinomato per la sua fotografia espressiva e ricca di pathos, a immortalare l’essenza delle quattro ragazze. Luchford ha anche lavorato e fotografato Linda Eastman, madre di Stella McCartney.