Guai in vista per i signori che mangiano troppa frutta e verdura. Spesso per coltivare questi prodotti sono, infatti, utilizzati dei pesticidi che, da studi recenti, sono risultati molto pericolosi per la sterilità maschile, tanto da rendere addirittura impossibile la riproduzione umana.

Grazie allo studio specifico effettuato dall’ Harvard T.H. Chan School of Public Health è stato accertato che i pesticidi, a stretto contatto con l’apparato digerente dell’uomo, possono creare forti problemi inerenti alla funzione riproduttiva degli uomini.

I risultati della ricerca sono stati poi pubblicati dalla rivista scientifica “Human Reproduction” ed è stato interessante capire quali prodotti risultano maggiormente dannosi. I ricercatori hanno effettuato dei test al liquido seminale dei partecipanti allo studio, per poi catalogarlo in base all’utilizzo dei prodotti ortofrutticoli da parte dei diretti interessati.

Grazie alla ricerca è stato, quindi, possibile stilare una lista sulla frutta e verdura più o meno pericolosa per i maschietti: i prodotti alimentari meno inquinanti per l’organismo umano sono i piselli, i pompelmi, le cipolle ed i fagioli, mentre i prodotti peggiori sarebbero gli spinaci, le mele, i peperoni e le pere.