Claudia Vitale, una giovanissima studentessa romana, da poco iscritta al primo anno di Università presso la Facoltà di Ingegneria, ha ideato un lampione speciale per proteggere le ragazze dal pericolo delle aggressioni e delle violenze sessuali. Dopo essere rimasta decisamente turbata dal moltiplicarsi dei fatti di cronaca collegati agli stupri nella Capitale, la ragazza ha deciso di non restare a guardare e di cercare una possibile soluzione a questo grave e diffuso fenomeno.

La sua idea, tanto semplice quanto potenzialmente efficace, è un lampione che, grazie alla presenza di un pannello fotovoltaico, può registrare in automatico immagini e audio per mezzo di una telecamera ad infrarossi appositamente installata sul palo. Questo strumento dovrebbe essere utilizzato per garantire la sicurezza di zone della città buie o isolate, come parchi, parcheggi, quartieri periferici, etc.

La studentessa, come riportato da varie testate, ha raccontato:

“Tantissimi sono stati gli stupri a Roma nell’inverno scorso. (…) Poi è arrivata anche la tragedia della Caffarella. Mi sono sentita umiliata come donna ma ho pensato che dovevo fare qualcosa. Studio materie tecniche. Così mi è venuta l’idea di progettare un lampione antistupro che illuminasse le zone isolate di Roma e che potesse raccogliere le immagini e le voci per dare alle forze dell’ordine la possibilità di intervenire in caso di aggressione ad una ragazza”.

La precoce inventrice ha presentato il progetto del suo “lampione antistupro” presso la sede romana del CNR. L’idea di Claudia potrebbe quindi essere realizzata molto presto. Nel dettaglio, si tratta di un lampione scollegato dalla rete elettrica, dotato di un impianto fotovoltaico stand-alone che gli garantirebbe di poter funzionare in zone isolate, dove non arrivano i tradizionali cavi elettrici. Grazie alla sua telecamera a raggi infrarossi, corredata di registratore audio e video, il lampione potrebbe garantire un supporto tecnologico all’attività delle forze dell’ordine oltre ad essere di per sé un forte disincentivo alle aggressioni ai danni di ragazze e donne.