Yasmin Gasimova è una ragazza diciannovenne che, completamente in controtendenza, ha deciso di non depilarsi. La studentessa dell’Università di Liverpool, pur curandosi le sopracciglia, i capelli e il viso, da circa otto anni ha eliminato l’abitudine di radersi i peli del corpo, seguendo il suo motto personale:

“Essere peloso non è spaventoso”.

Tutto è cominciato all’età di dieci anni quando le sono spuntati i primi peli sul labbro superiore ed è stata presa subito di mira dai compagni di scuola:

“All’inizio ho cercato di radermi: avevo tanti peli anche sulla pancia. Ma ho smesso presto: ogni settimana dovevo perdere almeno un’ora per rimettere le gambe in ordine. Era un disagio enorme per me, e avevo un sacco di peli incarniti”.

Da quel momento in poi ha preso la sua decisione categorica, ed adesso è fiera dei suoi peli scuri sul corpo:

“In una società in cui ci si aspetta che le donne debbano per forza radersi, non mi vergogno ad ammettere che non lo faccio. Posso depilarmi l’inguine se vado in vacanza, ma normalmente le mie ascelle e le mie gambe sono pelose“.

Yasmin, orgogliosa della sua peluria, si sente quindi finalmente libera e vorrebbe incoraggiare anche tutte le altre donne a seguire la sua filosofia di vita:

“Nulla di quello che è naturale del corpo di una donna dovrebbe farla sentire meno femminile. La realtà non deve essere nascosta“.