Il matrimonio reale tra il Principe William e Kate Middleton si annuncia come uno degli eventi più attesi dell’anno, i due ragazzi sono infatti al centro di un vortice mediatico che si fa sempre più importante con l’avvicinarsi delle nozze, previste per domani.

L’evento è tanto atteso da aver addirittura creato problemi ad alcune donne che hanno la sfortuna di aver lo stesso nome di Kate e, più nello specifico, molte difficoltà si sono verificate su Facebook e sui loro relativi profili.

Galleria di immagini: Kate Middleton

Una ragazza di Boston, omonima di Kate Middleton, è stata bannata dal popolare social network in blu con l’accusa di aver creato un profilo falso. La Kate americana, del Kentucky, è stata più volte contattata dalla stampa e nello scorso gennaio il suo account su Facebook è stato sospeso, e dai piani alti dell’azienda di Palo Alto le hanno anche eliminato il tag da tutte le foto nelle quali era presente.

C’è voluta una settimana per far riavere alle ragazze l’accesso ai propri profili, dopo l’invio di email in cui spiegavano il disguido legato all’omonimia con la futura principessa. La Middleton di Boston aveva espresso tutta la sua frustrazione su Twitter:

“Facebook ha disabilitato il mio account per aver usato un nome falso. La vera Kate Middleton può alzarsi per favore?”

Altri inconvenienti simili sono capitati ad altre tre donne, tutte bannate da Facebook e successivamente riammesse dopo l’aver dimostrato che il loro nome reale era Kate Middleton e che non si trattasse di un falso.

Piccola curiosità: la Kate del Kentucky ha approfittato di questo piccolo momento di notorietà per promuovere un tour ciclistico che aiuterà la raccolta fondi per la sclerosi multipla, iniziativa lodevole da applaudire.