Il Sundance Film Festival 2012, principale kermesse dedicata al cinema indipendente, ha chiuso i battenti assegnando i propri premi nella cerimonia di chiusura il 29 gennaio a Park City, Utah.

Il Sundance Film Festival si contraddistingue per i tantissimi riconoscimenti distribuiti in numerose categorie. Ecco i principali premi e i rispettivi vincitori.

Galleria di immagini: Sundance Film Festival 2012, vincitori

Il Premio della Giuria per il miglior film drammatico è andato a “Beasts of the Southern Wild” di Benh Zeitlin, film crudo e surreale con protagonista una bimba di sei anni, che fin dalla prima proiezione aveva conquistato critica e pubblico.

The Surrogate” di Ben Lewin si è aggiudicato il Premio della Giuria per il miglior cast e quello del pubblico per il miglior film drammatico: il film racconta un capitolo della vita del giornalista e poeta Mark O’Brien, ispirandosi ai suoi scritti autobiografici. Tra i protagonisti, John Hawkes, Helen Hunt e William H. Macy.

A “The House I Live In”, di Eugene Jarecki, che indaga il paradosso americano dell’esorbitante quantità di carcerati per spaccio e l’assenza di una parallela diminuzione del traffico di droga, è stato assegnato il Premio della Giuria per il miglior documentario. Nella categoria dei documentari il Premio del Pubblico è andato invece a “The Invisible War”, sugli stupri perpetrati dai soldati dell’esercito americano.

I Premi per la regia, rispettivamente per film drammatico e documentario, sono andati ad Ava DuVernay per “Middle of Nowhere” e all’artista e filmmaker Lauren Greenfield per “The Queen of Versailles”.

Nella categoria World Cinema, dedicata alle pellicole straniere, si è aggiudicato il Premio della Giuria lo spagnolo “Violeta Went to Heaven”, sulla vita della cantante cilena Violeta Parra. Altri premi sono stati assegnati all’inglese “My Brother Devil” di Sally El Hosaini per il film drammatico, e al danese Lise Birk Pedersen “Putin’s Kiss” per il documentario. Il pubblico invece ha premiato “Searching for Sugar Man” di Malik Bendjelloul, biopic sul cantante folk-rock Rodriguez, e all’indiano “Valley of Saints” di Musa Syeed.

La lista completa dei premi è consultabile sul sito ufficiale del Sundance Film Festival.

Fonte: Slashfilm, Sundance Film Festival