Il comitato organizzativo del Sundance Film Festival ha annunciato ieri le pellicole in lizza per l’edizione 2011 della manifestazione, in scena come ormai da tradizione il prossimo gennaio a Park City, nello Utah.

Sono circa 60 i film selezionati, tra migliaia di proposte giunte nei mesi scorsi da ogni parte del mondo, per le quattro categorie in gara: U.S. Dramatic Competition, U.S. Documentary Competition, World Cinema Dramatic Competition e World Cinema Documentary Competition.

Nell’ultimo decennio il Sundance Film Festival ha ospitato l’esordio di film divenuti poi un successo a livello planetario. Solamente per l’edizione 2010 la kermesse ha messo in luce pellicole del calibro di “Winter’s Bone“, con il personaggio principale interpretato da Jennifer Lawrence (probabile candidata agli Oscar) e “I ragazzi stanno bene” (“The Kids Are All Right” in lingua originale), commedia finita al centro dell’attenzione anche per il rapporto lesbico tra le protagoniste Jules e Nic.

In un’intervista rilasciata dal direttore del festival John Cooper, si evince che molti dei film in gara quest’anno esploreranno temi delicati come la religione, la fede, la crisi economica, i conflitti sociali e i diritti civili. L’elenco completo, corredato da una breve descrizione per ogni film, è stato pubblicato sulle pagine del sito Standard Examiner.