La capacità delle donne di sdrammatizzare anche momenti difficili è risaputa e lodata. Spesso il livello di autoironia è così alto che sono in grado di passare sopra anche a piccoli insulti. A volte capita che si facciano prendere in giro amorevolmente da amici, familiari, compagni, senza battere ciglio e rispondendo magari a tono, sempre scherzando ovviamente. Ma c’è però qualcuno da cui non amano ricevere né battute ironiche né scherzi simpatici: la suocera.

Passa il tempo e cambiano le esigenze e le società, ma l’eterna lotta nuora contro suocera probabilmente tramonterà solo alla fine dei tempi.

Le nuore, secondo un sondaggio realizzato da Gurgle.com, sono suscettibili alle parole delle suocere, e ogni commento, ogni battuta ironica e amichevole, è vissuta come una critica aperta.

Come sostiene il sondaggio, ben sette madri su dieci affermano che la suocera è insopportabile, le sue parole sono vissute come giudizi negativi per quanto riguarda il modo in cui si svolge il ruolo di madre, e in contemporanea assolvono a un compito di tipo diseducativo nei confronti dei nipoti viziandoli troppo.

Le percentuali sottolineate dallo studio evidenziano che la suocera interferisce nella vita di tutti i giorni secondo il 23%, oppure coccola troppo il proprio figlio per il 20% e rovina i nipoti per il 18%.

In questa diatriba il marito si trova a ricoprire un ruolo scomodo, alternando quello di compagno a quello di figlio, e il più delle volte parteggiando nel modo sbagliato.