È blu e completamente insapore: il Blue Majik da qualche tempo a questa parte è il superfood di cui tutto parlano, complice non solo il suo contenuto ma anche – e soprattutto – il suo aspetto.

Il suo potere colorante, infatti, permette di preparare piatti e bevande originali e dall’aspetto vivace quanto invitante, che sono riusciti a conquistare in poco tempo Instagram e gli altri social network.

Passata la moda dei mermaid hair è arrivato il tempo dei mermaid toast, davvero deliziosi da guardare, che si ottengono con l’aggiunta del Blue Majik. Scopriamo cos’è e come si mangia.

Galleria di immagini: Superfood, il Blue Majik, foto

Blue Majik: che cos’è?

  • Blue Majik è un estratto naturale dell’alga spirulina, composto principalmente da ficocianine, un pigmento blu brillante con effetti antiossidanti che possono contribuire a stimolare il sistema immunitario e combattere i danni cellulari.
  • Aiuta a stare meglio dal punto di vista psicofisico ed è consigliato anche a vegani e vegetariani.
  • È anche un naturale anti-infiammatorio che può aiutare a alleviare il dolore dopo gli allenamenti.

    È ricco di vitamine (fra cui la B12), di enzimi e minerali; rende la pelle più tonica e luminosa e secondo alcuni potrebbe anche portare giovamento al cervello quando è stressato

  • È commercializzato in polvere, già molto noto negli States e sempre più apprezzato anche in Europa.
  • Un grammo di Blue Majik contiene circa 5 calorie e 15 mg di sodio; non contiene né zuccheri né grassi.

Blue Majik: come si mangia

  • Può essere messo ovunque, poiché non ha sapore, per esempio, nei frullati e negli smoothies.
  • È l’ingrediente strategico del latte di unicorno, la bevanda energetica proposta per la prima volta dal The End di Brooklyn, oggi assai gettonata in tutta New York e contenente anche latte di cocco, zenzero, miele, limone e anacardi.
  • C’è chi ne aggiunge un tocco nella propria tazza fumante di tè matcha e chi nel latte di mandorla o nello yogurt (particolarmente indicato quello greco e bianco), magari concludendo con una manciata di cereali e/o frutta secca.
  • Adeline Waugh, fondatrice del blog Vibrant & Pure, ha creato invece il mermaid toast, delizioso da mangiare e da guardare, ispirato ai colori del mare: se il colore blu è dato dal blue majik, al succo di barbabietola si deve il colore rosa, la radice di curcuma per il giallo e l’arancio o i mirtilli per il  viola. Per un piatto ancora più colorato basta aggiungere a piacere ravanelli, carote, zucchine, mango, fragole, rape rosse, pomodorini.