Galeotto fu Facebook che li fece incontrare nuovamente: loro che un tempo erano vicini di casa, hanno così potuto portare avanti un’amicizia di vecchia data sfociata poi in amore.

Nulla di strano, sono cose che capitano tutti i giorni nell’era dei social network. Ma qui la storia diventa succosa perché lui è Craig Le Sauvage, 34 anni, coordinatore di un centro per il tempo libero e presto diventerà padre del sedicesimo figlio di Joanne Watson, 39 anni, madre di ben altri 15 figli avuti da un precedente matrimonio. La supermamma, come sottolinea lei stessa nello stato del suo profilo di Facebook, è radiosa e felice e non vede l’ora di conoscere il sesso del futuro nasciuturo.

La storia ce la racconta il Corriere della sera, Joanne ha stupito l’intera Gran Bretagna e sovvertito la regola non scritta che vuole l’Europa vittima di un calo demografico.

Ma la futura mamma, e presto sposa, non se ne preoccupa e, affascinata dalle telecamere, racconta il ménage familiare fatto di 56 cicli di lavatrice ogni settimana e 35 pasti da asporto per i figli che vanno a scuola.

L’età del super gruppo va dai 22 mesi della più piccola Indianna, nata dopo la separazione con l’ex marito con il quale aveva interrotto i rapporti al settimo mese di gravidanza, e i 21 anni della primogenita Natasha. Tra l’altro la donna è anche nonna: le figlie più grandi, Natasha 21 anni e Shanice 18 anni, hanno già un figlio ciascuna.

Joanne ha dichiarato al Daily Mail:

Non mi sento affatto diversa quando sono incinta. Amo davvero la gravidanza, mi dà una forte carica di energia.

Il fututo padre, che si sente un cristiano rinato e per questo motivo si trasferirà a casa Watson solo dopo aver formalizzato il matrimonio, dopo un po’ di timore iniziale causato dai commenti della gente, ha trovato forza e risolutezza per affrontare nel modo migliore la nuova vita:

Se sono felice cosa mi importa di cosa pensano gli altri? La amo molto. Non riesco a immaginare la mia vita senza di lei. Mi sento per lei come qualcosa di speciale.

Dei figli di Joanne dice:

Sono grandi ragazzi. Non sto cercando di sostituire il padre. Hanno già un papà. Sono solo in cerca di amicizia e accettazione.

Tutto il gruppo non rifiuta servizi fotografici e interviste televisive, anche in passato fonte interessante per far quadrare l’aspetto economico familiare. Siamo certi che di loro si sentirà parlare ancora per molto tempo.