Proprio mentre sta preparando il suo primo disco, il talento inglese Susan Boyle è rimasta vittima di stalking da parte di una donna americana che l’avrebbe perseguitata per mesi.

Per chi non la conoscesse, la quarantottenne Susan Margaret Boyle è una cantante scozzese arrivata al secondo posto nella terza edizione del talent show britannico “Britain’s got talent”, una sorta di “X-Factor” per intenderci.

Nonostante il suo aspetto fisico, Susan è diventata famosissima sul Web grazie al suo talento e alle sue doti canore.

Da quando è diventata famosa, la Boyle è stata tempestata di messaggi da parte di molti fan e, in particolare, ha ricevuto numerose lettere da una donna proveniente dagli Stati Uniti.

Qualche giorno fa, la stalker si è spinta nelle vicinanze dell’abitazione della cantante a West Lothian, in Scozia, destando i sospetti di una guardia del corpo che ha subito provveduto a fermarla.

L’episodio ha spaventato la Boyle, già molto provata dal successo ottenuto e dal cambiamento di vita subito. Per questo motivo, il suo produttore Simon Cowell ha deciso di rafforzare la sorveglianza in modo da evitare qualsiasi tentativo di irruzione da parte dei fan.

I Dreamed a Dream” è il titolo del suo primo album, in vendita a partire dal 20 novembre.