La moda del sushi e del cibo nipponico in generale ha conquistato tantissime persone, ormai anche in Italia questa cucina decisamente particolare sta riscuotendo un gran successo. Andare al ristorante giapponese però è piuttosto dispendioso, per questo motivo sarebbe utile imparare a prepararlo a casa.

Ma sushi, sashimi e altre specialità vengono preparate con il pesce crudo e coloro che volessero mangiarlo a casa devono imparare a prepararlo nel modo giusto sia per non sbagliare nell’acquisto che per evitare batteri dannosi per la nostra salute. Proteggerci, si sa, è davvero importante per non rischiare di ammalarci.

Galleria di immagini: Sushi

Per le nostre cucine domestiche è in arrivo una nuova tecnologia che ci proteggerà sia dalla proliferazione dei batteri che in quanto alla conservazione dei cibi, qualora avessimo preparato troppo pesce fresco e volessimo conservarlo in modo assolutamente igienico, conservando però aspetto, sapore, consistenza e valori nutritivi. Si tratta dell’abbattitore di temperatura, di cui sono già dotati i ristoranti che propongono ad esempio la cucina giapponese.

Gli alimenti di solito si alterano e si deteriorano a causa della temperatura alla quale vengono esposti: quella più rischiosa per la salute umana si verifica tra i 10° C e i 60° C, per questo motivo i cibi vengono conservati di norma in frigorifero sotto i dieci gradi.

L’abbattitore di temperatura inizierà a diffondersi dunque ben presto anche nelle nostre case, e consentirà di portare gli alimenti pronti alla temperatura di 3°C in tempi davvero brevi. Attraverso degli studi condotti per comprendere bene quale sia l’utilità di questo strumento, è emerso come nei cibi trattati con l’abbattitore di temperatura, la carica microbica è sempre molto inferiore rispetto a quelli trattati e conservati con i sistemi di raffreddamento tradizionali quali il frigorifero, ad esempio. Spiega Giorgio Moretti, direttore della scuola di specializzazione in Scienza dell’alimentazione dell’Università di Padova:

“l’uso di questi strumenti si può rivelare prezioso soprattutto a livello domestico dove, molto spesso, avvengono episodi di malattie trasmesse da alimenti proprio per la mancata disponibilità di idonei supporti tecnologici.”

Se dunque il cibo giapponese sta diventando sempre più cult anche in Italia, prepararlo in modo assolutamente sicuro per la nostra salute è davvero indispensabile: neutralizzare i parassiti dovrebbe essere una regola assoluta per chiunque vuole gustarlo tra le proprie mura domestiche.