Per il 26 novembre è prevista la giornata campale per lo switch off al Nord Italia: saranno interessati quasi 11 milioni di telespettatori, che dovranno necessariamente acquistare un decoder per ricevere le trasmissioni attraverso il segnale digitale.

Il processo continuerà fino al 15 dicembre e sono più di 22 milioni gli abitanti a essere coinvolti nell’evoluzione delle trasmissioni televisive. A confermare la notizia è il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, il quale ha previsto che circa i due terzi degli italiani guarderanno la TV digitale abbandonando per sempre quella analogica entro un mese:

La digitalizzazione del sistema televisivo è un passo importante verso il futuro digitale del Paese: una realtà che sta interessando, in questi giorni, oltre 22 milioni di persone nel solo Nord Italia.

È ovvio che il progresso costa e quasi sempre a farne le spese sono le tasche dei telespettatori. Tuttavia non è stato molto pubblicizzato il contributo statale per l’acquisto del decoder DTT. Tale bonus consisterebbe in uno sconto di 50 euro presso tutti i rivenditori che aderiscono all’iniziativa: può essere utilizzato una volta sola e non deve superare il prezzo del decoder.

A poter usufruire del contributo statale sono i cittadini con età non inferiore a 65 anni, che siano in regola con il pagamento dell’abbonamento Rai e il cui reddito non superi i 10.000 euro.

Richiedere lo sconto è molto semplice: basta presentare al rivenditore il proprio codice fiscale e i requisiti verranno controllati in via telematica. In caso di esito positivo, lo sconto verrà applicato immediatamente.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la lista dei rivenditori autorizzati o contattare il call-center del Ministero al numero verde 800.022.000.

Oltre al bonus statale, anche la Rai vuole fare un regalo ai nuovi telespettatori che hanno acquistato un decoder DTT: sul canale Rai 5 verrà trasmessa la prima della Scala in diretta TV, prevista per il prossimo 7 dicembre.