Il tailleur, che sia formato da giacca e gonna o da giacca e pantalone, è un caposaldo del guardaroba femminile.

Riprendendo il corrispettivo maschile, il tailleur è stato uno dei passi della donna verso l’emancipazione: i primi modelli a cavallo tra Ottocento e Novecento, proprio per questo, erano sobri e mascolini anche negli accessori (con lo stile androgino ampiamente ripreso poi da Marlene Dietrich). Con Coco Chanel arriva negli anni Venti una nuova concezione del tailleur, con forme morbide plasmate dal jersey, la giacca con galloni e bottoni dorati dei celebri completi in tweed.

Negli anni, i tailleur sono diventati simbolo di una donna piena di stile, che sa quello che vuole, spesso in carriera ma anche femminile e sofisticata. Per tutte queste ragioni, senza contare il fatto che si può indossare anche spezzato, mettendo per esempio la giacca sopra ai jeans, è importante avere un tailleur nel proprio guardaroba. E se proprio non sapete quando metterli e come vestirvi, vi diamo noi 10 occasioni per indossarli.

Galleria di immagini: Tailleur: le proposte Primavera Estate 2016

  1. In ufficio. Forse la prima occasione cui si pensa quando si parla di indossare il tailleur è il lavoro, specialmente se svolto in un ufficio, un’agenzia, un ambiente formale o in cui è previsto il contatto con il pubblico. Il tailleur ispira eleganza, professionalità, competenza, ed è perfetto anche per far sentire una donna sullo stesso piano di un uomo, vista la disparità che ancora regna negli ambienti di lavoro.
  2. A un colloquio di lavoro. Presentandosi a un colloquio di lavoro in tailleur si appare al meglio della forma, di una classe sofisticata, quasi già pronti per l’assegnazione del posto.
  3. Per una riunione importante. Per gli stessi motivi che vogliono il tailleur perfetto sul posto di lavoro e per un colloquio conoscitivo, questo completo è adatto a riunioni importanti e presentazioni di progetti. Indossatelo con camicia e le vostre scarpe décolléte preferite, vi daranno coraggio e fiducia in voi stesse.
  4. A una cela galante. Il tailleur non è solo serietà: è un grande trasformista, grazie agli accessori da abbinare. Basterà infatti indossare un top prezioso al posto della camicia, sandali gioiello e pochette per prepararvi al meglio a una cena galante.
  5. Per un aperitivo con le amiche. Se uscite dall’ufficio e avete appuntamento con le amiche per un aperitivo, niente di meglio per trasformare un banale tailleur da giorno in tutt’altro con un paio di pump colorate, clutch abbinata, una lunga collana e orecchini per completare il look.
  6. Al colloquio con gli insegnanti dei figli. Il colloquio con gli insegnanti dei figli è un momento molto serio, importante, non fatevi trovare impreparate arrivando con un look improbabile. Presentatevi in tailleur: così rappresenterete vostro figlio al meglio.
  7. Per una festa. Il tailleur è anche un’ottima opzione per tutte quelle volte in cui siamo disperate e non sappiamo cosa mettere: osando con colori e accessori sarà perfetto anche per una festa, con top scollato, sandali e pochette alla mano.
  8. A una tesi di laurea. Che dobbiate discutere la tesi o siate soltanto invitate, il tailleur è perfetto per un’occasione formale come una tesi di laurea. A seconda del vostro ruolo e dell’ambiente potrete giocare con gli accessori, restando sobrie o aggiungendo un tocco di colore, nel limite del dignitoso.
  9. A una cerimonia. A un battesimo, a una comunione, a un matrimonio o una cresima, cosa c’è di meglio del tailleur per uscire dall’imbarazzo della domanda “Cosa mi metto”?
  10. Per il proprio matrimonio. Infine, visto che i matrimoni meno formali, che siano in comune o seconde nozze, sono sempre più frequenti, il tailleur è una grande opzione da tenere in considerazione, tanto che la maggior parte dei brand che si occupa delle spose ne prevede diversi modelli per ogni collezione. Oltre al bianco si può pensare anche a colori delicati: approfittate, per esempio, delle tinte dell’anno, l’azzurro serenity e il rosa quarzo.