La frase che campeggia in alto sulla cartellonistica fa il verso a una pubblicità del 1994 con Eva Herzigova come protagonista, e recita “Guardami negli occhi… ho detto negli occhi”. Ma qui non si parla di reggiseni, ma di disabilità. La campagna informativa si chiama Regard ed è stata ideata dalla organizzazione no-profit belga Cap 48.

La bellissima 35enne Tanja Kiewitz, modella per un giorno chiesta in prestito al mondo del design per il quale lavora, sorride dai cartelloni che fanno bella mostra di sé in tutta la Francia e il Belgio. In reggiseno, sorriso smagliante e corpo sinuoso, chiede insistentemente che gli occhi non scivolino nel pregiudizio dell’handicap di un braccio solo, ma giudichino la sua bellezza nella sua interezza.

La campagna di sensibilizzazione, nonostante qualche critica, ha ottenuto moltissimi consensi tanto che l’associazione nell’ultimo Telethon nazionale ha raccolto oltre 4 milioni di euro, il 10% rispetto l’anno precedente.

Tanja ha così dichiarato al quotidiano francese Libération:

L’ho fatto perché, almeno per una volta, posso mostrarmi come sono senza dovermi nascondere. Dobbiamo smettere di pensare che io non sia un essere umano, ma solo un piccolo braccio che penzola con una personalità. Le persone, troppo spesso, pensano che i disabili non abbiano una personalità, li considerano gente diversa. Bisogna sottolineare che io sono in tutto e per tutto una donna che può essere bella e sexy.