La tavola di Pasqua è un elemento fondamentale dei festeggiamenti: durante il pranzo è importante che gli ospiti siano accolti in un clima di allegria e di serenità e che possano trascorre seduti un pasto piacevole non solo per quanto riguarda il palato,ma anche per il piacere degli occhi.

Per apparecchiare la tavola di Pasqua è necessario tenere conto sia dell’arredamento generale della casa, per non utilizzare uno stile completamente avulso dall’ambiente, sia del tipo di ospiti: un conto è, infatti, pranzare con la famiglia o gli amici stretti, un conto avere ospiti di riguardo che meritano quindi una tavola più elegante e formale.

Galleria di immagini: Idee per apparecchiare la tavola di Pasqua

Tre stili per apparecchiare la tavola di Pasqua

  1. Multicolor. Lo stile multicolor è quello più allegro, più gioioso, perfetto per festeggiare non solo la Pasqua ma anche l’arrivo della Primavera. Chi prevede la presenza di molti bambini può declinare questo stile in modo che a tavola ci siano diversi elementi che attirino l’attenzione dei più piccoli e che li facciano stare seduti tranquilli almeno per un po’: basta mettere a tavola contenitori con pulcini, statuette di coniglietti e galline, uova con fiocchetti e qualsiasi cosa possano maneggiare senza fare danni. La tavola multicolor è la più difficile da apparecchiare: multicolor non vuol dire infatti mettere insieme a caso una moltitudine di colori, ma riuscire ad abbinarli creando un effetto comunque omogeneo e piacevole. Il consiglio è quello di utilizzare tutti colori pastello: scegliete il verde, il rosa, il giallo, l’arancio tenui e procuratevi elementi della tavola di queste tinte nella stessa sfumatura di colore. Se decidete che ad essere colorati siano i piatti e i bicchieri, scegliete una tovaglia bianca per non esagerare con il colore e farli risaltare di più. Se invece volete mettere a tavola uova dipinte e fiori colorati, cercate piatti e tovaglia che richiamino con una greca o dei fiorellini il colore principale della tavola.
  2. Black&white. Apparecchiare la tavola in bianco e nero è una scelta raffinata, in alternativa alla classica eleganza, con un tocco minimal perfetto per tutti i tipi di pranzo, anche i più formali. La tavola può essere apparecchiata con una tovaglia dalla fantasia bianca e nera, oppure può essere bianca e in nero possono trovarsi le decorazioni, come uova dipinte o piccole uova di quaglia che già per natura si trovano con macchioline nere. L’argento è perfetto per completare questo tipo di tavola, sia per le stoviglie che per centrotavola e cestini per il pane. Piccole piume bianche, meglio se artificiali e pulite, possono dare un tocco di leggerezza e di estrosità, mentre se amate i fiori scegliete grandi vasi in vetro neri e tulipani bianchi o calle.
  3. Country chic. Lo stile country chic è in assoluto il più trendy degli stili: può essere declinato come shabby chic, per gli amanti dei toni chiari, dei pizzi, dei cestini e delle decorazioni romantiche, oppure con un tocco di vintage rustico. Per apparecchiare così la tavola di Pasqua potete tirare fuori la tovaglia ricamata della nonna e utilizzare contenitori di latta, gabbiette, nidi con uova di legno. Stoviglie, piatti e bicchieri adatti sono quelli più romantici, bianchi o con le delicate decorazioni blu. Tra i colori più adatti da integrare in questo stile anche il rosa antico, che richiama vecchi pizzi e merletti anticati. Sia per le decorazioni che portare a tavola il cibo è importante non uscire mai dal tema nostalgia, anche un solo piatto che non abbia l’aspetto vintage rovinerebbe completamente l’effetto.