Voglia di cambiare l’arredamento di casa e ricerca di ispirazioni: per coloro che amano il gusto contemporaneo, il salone può impreziosirsi grazie ai tavolini da salotto moderni. Si tratta infatti di arredi belli, spesso discreti ma soprattutto utili per conservare riviste o posare libri o bicchieri temporaneamente.

Ecco cinque idee per scegliere i tavolini da salotto moderni e rendere ancora più bella la propria dimora.

  1. Dimensioni: il primo dei consigli per scegliere i tavolini da salotto moderni è quello di guardare alle dimensioni. Questi mobili, infatti, devono essere collocati al fianco del divano o davanti a questo, per diventare un porta riviste o il piano di appoggio per il telecomando della tv. Non esagerare mai con le dimensioni deve essere il vero e proprio mantra per sceglierli.
  2. Colori: seppure i tavolini da salotto moderni in mercato siano caratterizzati, per lo più, da tonalità cromatiche neutre o metalliche, nulla vieta di scegliere, cercando con più passione, soluzioni colorate e brillanti. Questo permetterebbe, soprattutto in una casa caratterizzata dalle cromie del bianco o del color sabbia, di dare maggiore vivacità all’ambiente, senza rinunciare al fascino del design.
  3. Materiali: acciaio, vetro o plastica sono solo alcuni dei materiali disponibili sul mercato per i tavolini da soggiorno moderni. La scelta, in questo caso, deve essere guidata dal buon senso e dallo stile pensato per la casa. Se, poi, vi sono tanti bambini, sarà necessario optare per una soluzione difficilmente distruttibile e, soprattutto, poco pericolosa.
  4. Forme: quadrato e cerchio sono tra le più richieste forme dei tavolini da salotto moderni. Tuttavia, soprattutto per dare un tocco di design e rendere ancora più particolare l’ambiente, si può optare per una forma triangolare, soprattutto se il tavolino deve essere collocato nell’angolo morto tra poltrona e divano.
  5. Peso: infine, un altro dei dettagli da tenere a mente quando si deve scegliere uno dei tavolini da soggiorno moderni disponibili sul mercato è il peso. Se, infatti, si è già consci della posizione e si sa che quel complemento non sarà mai spostato, ci si può concentrare su un mobile più pesante; al contrario, se si ha la passione di spostare costantemente l’arredamento, la soluzione migliore è una più leggera ma, allo stesso tempo, solida.