Dallo scoppio di quella che molti definiscono la rivoluzione digitale, in seguito alla quale la nostra vita si è riempita di tutta una serie di aggeggi dei quali non riusciamo proprio a fare più a meno, il mondo del lusso ha trovato un nuovo e fertile mercato attraverso il quale vendere i propri prodotti puntando proprio sul fatto che tutti siamo in rete, e quindi tutti siamo raggiungibili attraverso lo stesso mezzo.

Per tutti gli appassionati di questo mondo sta per aprire i battenti Techno Luxury 2009, un vero e proprio forum di discussione organizzato dall’International Herald Tribune con l’obiettivo dichiarato di confermarsi “il principale evento di settore per i leader e decision maker del mondo della moda e del lusso”.

Il forum attira delegati provenienti da una vasta gamma di settori industriali e di posizioni dirigenziali: amministratori, presidenti, direttori creativi e designer delle società più famose, offrendo loro l’opportunità senza precedenti di discutere sugli gli ultimi sviluppi aziendali e sulle tendenze del mondo del lusso.

Il tema è proprio capire come il mercato dei beni di lusso possa trovare giovamento attraverso l’utilizzo di nuove modalità di vendita e come il connubio con la tecnologia possa condizionare questo mercato tanto particolare.

Tra i relatori nomi di spicco quali Remo Ruffini (Moncler), Alain Dominique Perrin (Cartier), Andrea Guerra (Luxottica), Christopher Bailey (Burberry), Ralph Toledano (Chloe), Tomas Maier (Bottega Veneta), Matteo Cordero di Montezemolo (Poltrona Frau), Frida Giannini (Gucci).

La brochure dell’evento è scaricabile sul sito dell’International Herald Tribune.