Le tende per gli interni sono essenziali nell’arredamento della casa: proteggono dal sole, i cui raggi diretti sono dannosi anche per piante e mobili, riparano dagli spifferi di freddo che possono trapelare dalle finestre e allontanano gli sguardi dei vicini più indiscreti. Inoltre, se si desidera rinnovare il look di una camera per renderla più calda, moderna o sofisticata, può bastare cambiare la tenda, scegliendola in base a tessuto, colore e tipologia e ottenere in questo modo l’effetto e il colpo d’occhio desiderato.

Per trovare la tipologia adatta alle proprie esigenze è necessario tenere conto del tipo di apertura della finestra o della porta-finestra, della presenza o meno dei cassettoni che contengono le tapparelle avvolgibili e dello spazio a disposizione sulla parete per permettere il montaggio di guide e bastoni.

Se gli spazi sono limitati, la tipologia più facile da usare è quella a vetro, solitamente adottata per gli ambienti di servizio come cucine e bagni. La tipologia più comune tuttavia, quella che viene subito in mente quando si parla di tende, è quella che prevede il sistema ad anelli e bastone, con scorrimento azionato manualmente o con carrucole, con apertura centrale o laterale.

Altra tipologia molto diffusa è la tenda arricciata, con binari e ganci da azionare, anche qui con o senza carrucole. La tenda arricciata scorrevole ha un vantaggio rispetto a quella con bastone: il binario può essere dritto ma anche arrotondato agli angoli, pratico per coprire lateralmente un cassettone troppo ingombrante.

Da qualche anno nelle nostre case si è diffusa un’alternativa dal gusto minimal, contemporaneo, di design: la tenda a pannelli in tessuto. I pannelli, di un tessuto che garantisca una certa rigidità e di larghezza tra i 60 e i 90 cm, vengono azionati manualmente con carrucole o elettricamente e si spostano lateralmente sovrapponendosi: creano in questo modo, a seconda del numero e del tessuto, effetti di luce e colore particolari.

Una variante di quelle a pannello è costituita dalle tende a bande verticali, con sistema alla veneziana: le lamelle o i pannelli larghi 15 cm circa sono orientabili a piacere secondo un asse verticale intorno a cui ruotano per far passare la luce.

Le tende a rullo, poi, si srotolano dall’alto verso il basso tirando una catenella che aziona una molla a strappo e sono davvero adatte allo stile moderno; originali, infine, le tende a pacchetto, dal sapore vagamente etnico, che si ripiegano verso l’alto tramite delle fettucce.

Foto: A young woman is opening the curtains at sunrise – Shutterstock