Dopo un inverno passati a cercare il taglio corto più adatto alla forma del nostro viso ecco che con la primavera gli stilisti impongono chiome folte e fluenti.

Chi ha già tagliato i capelli non può far altro che aspettare che la chioma ricresca o sperare che il prossimo autunno torneranno in voga i tagli corti, va meglio a chi ha resistito ai dettami della passerella e ha lasciato le chiome crescere fluenti.

Lo abbiamo visto nelle ultime settimane della moda che si sono tenute nelle maggiori capitali del look (Parigi, Londra, Milano), per la primavera e l’estate 2012 i capelli sono lunghi, lasciati cadere sulle spalle  o acconciati in trecce o in morbidi chignon.

I capelli devono essere naturali, niente tagli geometrici o costruiti, e, soprattutto, nessun colore strano. Si va dal biondo cenere al castano con riflessi rossi, da scegliere sia in base al colore di partenza dei propri capelli sia in base al colore del proprio incarnato.

Per le acconciature, come accennato, sono da preferire morbide onde da lasciare libere sulle spalle e sulla schiena, appena vaporose (niente ricci ribelli), oppure si può optare per la treccia morbida o per uno chignon basso sulla nuca, che lascia fuoriuscire qualche ciuffo ribelle ai lati del viso.