Sara Errani non è riuscita a proseguire nel sogno degli Open d’Australia femminili di tennis. L’azzurra è stata infatti eliminata ai quarti di finale dalla ceca Petra Kvitova, numero 2 al mondo e nettamente favorita alla vigilia, con il risultato di 6-4, 6-4. Non tutto il male vien per nuocere però, perché subito dopo Errani ha conquistato la finale nel doppio con Roberta Vinci: un’impresa storica per il tennis italiano.

Andando con ordine, la sfida con la Kvitova agli Open d’Australia è andata come previsto a favore della ceca. La bolognese però non ha affatto demeritato riuscendo a restare sempre in partita in entrambi i set (peccato per la rimonta subita nel secondo quando era in vantaggio di 4 game a 1) senza farsi mai schiacciare dalla maggiore qualità dell’avversaria. Sara Errani è forse pronta a raccogliere finalmente l’eredità di Flavia Pennetta e Francesca Schiavone per portare in alto i colori dell’Italia nel tennis femminile.

Dopotutto, le gioie per la tennista arrivano subito dopo nel doppio con Roberta Vinci. La coppia si è infatti imposta in semifinale sulle ceche Radecka-Hlavackova, trionfatrici a Parigi, con il risultato finale di 5-7, 7-5, 6-1. Non una partita semplicissima, dato che le azzurre hanno rischiato seriamente l’eliminazione nel secondo set, ma una grande rimonta ha permesso loro di gestire con tranquillità la terza frazione. Ora Kuznetsova e Zvonareva in finale, per scrivere la storia.