Grossa sorpresa tutta italiana nel secondo turno degli Open femminili d’Australia di Tennis. Nel derby tricolore, Romina Oprandi ha infatti battuto la favorita connazionale Francesca Schiavone con il punteggio di 6-4, 6-3. Partita praticamente senza storia, frutto della bravura di Romina, ma anche dei tanti errori di Francesca, che mai aveva perso un confronto diretto contro la svizzera naturalizzata italiana.

Inizia fortissimo Oprandi che mette subito alle corde Francesca Schiavone. La numero 80 del mondo mostra grande aggressività, e ha sempre la capacità di reagire ai recuperi temporanei dell’avversaria. Sta di fatto che dopo una situazione di stallo nel primo set, Romina prende il largo e lo chiude sul 6-4.

Il ritmo sostenuto di Romina Oprandi non cala neanche nel secondo set, che finisce quando Francesca Schiavone sbaglia il servizio che l’avrebbe portata sul 5-4. Romina approda quindi per la prima volta al terzo set di uno slam, dove affronterà la tedesca Julia Goerges, testa di serie numero 22.

Saluta gli Open d’Australia anche l’altra italiana impegnata nella serata, Alberta Brianti, distrutta sul piano del punteggio e del gioco dalla russa Nina Bratchikova, già “giustiziere” di Flavia Pennetta nel primo turno, che si impone per 6-2, 6-1.

Le speranze azzurre restano vive grazie a Romina Oprandi, che spera di essere accompagnata al terzo turno da Roberta Vinci e Sara Errani, impegnate da domani.