Sara Errani trionfa al WTA di tennis ad Acapulco. Partita col numero tre del tabellone, l’azzurra ha la meglio in una finale tutta italiana contro Flavia Pennetta. Un match estremamente equilibrato in cui la resistenza alla stanchezza ha giocato un ruolo chiave. La romagnola si è imposta al terzo set sulla brindisina con il punteggio di 5-7, 7-6 (7-2), 6-0.

Sara Errani fa suo il secondo set pareggiando l’iniziale vantaggio di Flavia Pennetta. Due set quelli iniziali molto equilibrati, il primo a causa dei ripetuti errori in battuta in cui incappano entrambe le atlete. Nella seconda frazione i servizi sono più efficaci e le tenniste giungono inevitabilmente al tie break: la stanchezza comincia però ad affiorare per la Pennetta che cede in maniera netta il set.

Ultima parte di gara che vede la Errani protagonista assoluta, mentre la Pennetta ha ormai definitivamente ceduto alla stanchezza. Entusiasta la 24 enne romagnola, che oltre alla vittoria nel singolo ha festeggiato anche il successo nel torneo di doppio, disputato in coppia con la connazionale Roberta Vinci:

«È stata una settimana incredibile. Senza dubbio questa è la miglior stagione della mia carriera. Spero di continuare a giocare così, ma so che non sarà facile. Di sicuro -promette- tornerò qui il prossimo anno per provare a vincere di nuovo in singolare e in doppio».

Un applauso alla Errani arriva anche dalla grande sconfitta del finale, Flavia Pennetta, che esprime allo stesso tempo tutto il dispiacere per la seconda sconfitta in finale di quest’anno:

«Sara ha giocato meglio, sta vivendo un momento splendido. È stato bello lottare ancora per il successo. La finale è stata un duello fisico, ci sono stati tanti alti e bassi. Quando non si riesce a essere continui, la stanchezza si sente di più. Io sono calata alla fine e non sono riuscita a riprendermi».

Fonte: La Stampa