Il sesso sotto attacco? A navigare in Rete partendo da una ricerca su Google sembrerebbe di no, visto che digitando queste 5 magiche lettere o digitandone 3 nella versione inglese (“sex)” escono milioni di pagine dedicate all’aspetto più ludico e passionale dell’erotismo e dell’amore di coppia.

Tuttavia, parlando di sesso, non ci si può esimere dal parlare di una sorta di “complotto” che ci gira attorno, che fa sì che poco ci sia di erotismo e ancora meno di amore di coppia. Anche se è un argomento che va per la maggiore, ci sono molti lati oscuri nell’universo che gira attorno a esso che val la pena di analizzare.

=> Scopri se il sesso porti realmente la felicità

Il primo complotto al sesso è dato dalla prostituzione: visto che abolirla è sempre stato inutile, ci sono Paesi o città che l’hanno legalizzata o regolamentata secondo certi parametri, a iniziare dal pagamento delle tasse. Vista la pressione fiscale delle Penisola, non è da escludere che anche in Italia si pensi a questa fonte di introito per le casse dello Stato.

Dalle donne, agli uomini: in America molti genitori decidono di far circoncidere il proprio bebé entro il primo anno di vita sostenendo che questa pratica facilita l’igiene ed è raccomandata dalla comunità medica, soprattutto da quella di religione ebraica. Altro vantaggio – si dice – è che non ha effetti negativi sulla virilità. Ma quando si stava diffondendo una campagna contro mutilazioni genitali non necessarie, sono spuntati degli studi medici che affermano che gli uomini circoncisi hanno probabilità molto inferiori di trasmettere o contrarre il virus dell’HIV.

=> Scopri perché gli uomini sono poco informati sul sesso

Queste pratiche, in realtà, sono effettuate anche sulle donne soprattutto nei Paesi musulmani, al punto che secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità dai 100 ai 140 milioni di femmine in 28 Paesi subirebbero fin da bambine la traumatica asportazione del clitoride cosa che – secondo antiche creenze tribali – “mantiene sane le femmine e previene gravidanze indesiderate”. Questa infibulazione, secondo molti, è il peggiore “complotto” contro la sessualità di una persona.

C’è poi il tema della poligamia, attualmente legale in alcuni Paesi islamici e praticata – anche se illegalmente – tra alcune comunità di mormoni nello Stato americano dello Utah. Nato come conseguenza del fatto che molte donne con figli rimanevano vedove a causa di malattie e guerre, soprattutto tra i pionieri, e che avevano necessità di un altro uomo che si prendesse cura di loro, oggi è bandito dalle leggi e dalle pratiche ufficiali. C’è tuttavia ancora chi ritiene che funzioni molto meglio del matrimonio tradizionale e che permetta agli uomini di tenere meglio sotto controllo donne e figli.

=> Scopri il sesso ai tempi di Facebook

Un altro complotto riguarda invece la pratica di accedere, da remoto, al software degli smartphone delle celebrità scaricando e divulgando immagini di nudo – quando non erotiche – contenute in essi. Ma alcuni VIP come Paris Hilton o Pamela Anderson sono corse ai ripari mettendo un logo su tali immagini e vendendole guadagnando parecchi soldi in diritti.

Fonte: Uff Post