Dopo l’arrivo di Fringe su Italia 1, ecco che sbarca sul piccolo schermo un’altra serie televisiva statunitense di grande successo: “The Big Bang Theory” sarà tutta nostra dal 12 aprile, dal lunedì al venerdì alle ore 19.30, occupando il preserale di Italia 1.

La sit-com, prodotta dalla Warner Bros Television, è giunta in terra americana alla sua terza stagione e narra le vicende di quattro giovani scienziati, Leonard, Sheldon, Raj e Howard, che lavorano insieme al California Institute of Technology. La storia, ambientata a Pasadena in California, è una vera e propria commedia all’insegna di battute, risate e situazioni imbarazzanti, le quali per forza di cose, riescono a far sorridere chiunque.

I quattro scienziati sono molto intelligenti, amanti di fumetti, videogiochi, appassionati sfegatati del mondo della fantascienza; stringeranno amicizia con Penny, una bella ragazza venuta a vivere nell’appartamento di fronte a quello condiviso da Sheldon e Leonard. Quest’ultimo, ben presto, si innamorerà della giovane ed entrerà a contatto con il suo mondo, superficiale e sempliciotto rispetto a quello di uno scienziato.

Due mondi apposti messi a confronto: l’universo del ragazzo non troppo bello ma molto acculturato, messo a dura prova dalle vicende giornaliere di una ragazza bella, attraente e aspirante attrice che lavora in una tavola calda.

In America la serie televisiva vanta più di 14 milioni di telespettatori, ma spesso abbiamo assistito, purtroppo, al fallimento in terra nostrana di molti prodotti statunitensi, non apprezzati da noi italiani. Speriamo che “The Big Bang Theory” sia l’eccezione che non conferma questo dato di fatto, perché il prodotto televisivo in questione merita davvero in termini di ironia e comicità.