Finalmente torna la situation comedy The Big Bang Theory con la sua terza stagione negli USA. Sarà in onda stasera alle ore 21,30 sul canale CBS.

Non è una serie molto famosa in Italia: benché sia stata trasmessa sul canale Steel (Mediaset Premium) solo il 19 gennaio 2008, la serie è nata in America ed è stata trasmessa in anteprima il 24 settembre 2007 (creata da Chuck Lorre e Bill Prady, prodotta da Warner Bros. TV)

Le prime due serie hanno avuto un particolare successo negli USA: la prima è stata vista da circa 9 milioni di spettatori alla settimana (in alcune puntate raggiungendo anche 11,4 milioni di telespettatori), con fascia d’età indicativa che varia tra i 18 e i 49 anni.

I protagonisti della serie sono in tutto cinque. Leonard e Sheldon sono due fisici teorici e condividono lo stesso appartamento, dove sono quasi sempre presenti i loro migliori amici Rajesh (di origine indiana, non riesce a parlare alle donne) e Howard (che vorrebbe parlare alle donne, le quali non vogliono ascoltarlo).

Sullo stesso pianerottolo di Leonard e Sheldon, vive la loro vicina Penny che non appartiene al mondo della fisica: lavora in una caffetteria/fast food e sogna di fare la sceneggiatrice. Le loro storie si intrecciano a tal punto che nelle prime puntate della prima serie, Leonard si innamora perdutamente di Penny e cerca di fare colpo su di lei in ogni modo e con ogni mezzo.

Sheldon, invece, ha una personalità stranissima, rssendo un genio della fisica: analizza con metodo matematico e tecnico ogni cosa e ogni aspetto delle emozioni umane (rendendole buffe) e la sua vita deve essere programmata sempre allo stesso modo (per esempio non riesce a sedersi se non ha il suo posto preferito sul divano). Quindi la comicità della serie nasce proprio da questo suo essere troppo “scientifico”.

Speriamo che anche la terza serie sia un successone come le prime due (che saranno trasmesse in chiaro prossimamente su Italia 1).