Il buio e la distruzione sono tornati a Gotham City. In uno scenario al limite dell’apocalittico, il commissario Gordon (Gary Oldman), invoca il ritorno dell’Uomo Pipistrello per salvare la città che, questa volta, sarà in balia di un nuovo e pericolosissimo nemico. Il nostro eroe riuscirà anche questa volta nella faticosa impresa?

Per saperlo avremo molto da aspettare. L’uscita infatti dell’ultima fatica del regista Christopher Nolan, The Dark Knight Rises, è annunciata per luglio 2012 e, molto probabilmente, in Italia dovremo attendere fino a dicembre 2012.

Galleria di immagini: The dark night rises: poster e cast

Intanto però è da ieri in Rete il teaser trailer della pellicola che rappresenta il terzo e ultimo capitolo della trilogia di film dedicata all’uomo mascherato, dopo “Batman Begins” e “Il Cavaliere Oscuro”.

Il cast si preannuncia già molto ricco e di altissimo livello. A partire dal protagonista Bruce Wayne che sarà interpretato ancora una volta dal bravissimo Christian Bale e dai suoi colleghi presenti già nei passati episodi della trilogia, come Morgan Freeman, Gary Oldman, Michael Caine. A questi ultimi bisogna aggiungere, come abbiamo più sopra accennato, la presenza di un nuovo personaggio, quello del muscoloso e cattivo Bane, acerrimo nemico di Batman, impersonato da Tom Hardy e già precedentemente diretto da Nolan in “Inception”.

Sul fronte femminile invece, l’uomo pipistrello dovrà fare i conti anche con Catwoman, ruolo assegnato all’attrice Anne Hathaway che ha avuto la meglio sulle colleghe Jessica Biel e Keira Knightley, mentre nei panni di un’affascinante partner d’affari per Wayne, troveremo Marion Cotillard.

Intanto però, nonostante l’uscita del trailer, il regista già fa sapere al mondo che questo, sarà l’ultimo episodio della saga dedicata al supereroe più amato di tutti i tempi:

“Il terzo film rappresenta una grande possibilità per noi, perché vogliamo chiudere questa storia. Non vogliamo continuare a mettere tanta carne al fuoco ed espanderla. A differenza dei fumetti, queste cose non possono continuare per sempre nei film e quindi volerla concludere è un’ottima cosa che ci aiuta a rimanere sulla pista giusta per trovare un finale degno della storia che raccontiamo”.