Arriva dall’America la nuova tecnica non chirurgica che promette di dare a tutte le donne non solo una dentatura perfetta, ma anche una “ristrutturazione” del viso, per un risultato che farà apparire fino a 10 anni più giovani.

La procedura si articola in 4 fasi e comporta l’utilizzo di faccette estetiche dentali, ampiamente usate dai dentisti per porre un rimedio a sorrisi scheggiati o scoloriti, attraverso finissimi strati di porcellana che vengono applicati sui denti. Ma come si può avere un cambiamento del volto, modificando i denti? Il Dottor Mervyn Druian, dal centro di Londra per Odontoiatria, spiega:

I nostri denti svolgono un ruolo importante nel quadro del volto. Comunque, man mano che invecchiamo i denti si consumano e le mascelle recedono, diminuendo l’altezza facciale, la zona tra mento e naso,e facendola scendere verso il basso, cambiando l’aspetto del nostro viso. Applicando le faccette sui molari per esempio, si possono allargare l’arcata superiore del viso, spingendo le guance verso l’alto e donando un’intensità maggiore. Queste faccette possono allargare anche il sorriso, sollevando gli angoli delle labbra e facendolo apparire più luminoso.

Ma funzionano veramente? Alcuni esperti vedono questo impegnativo lavoro come una moda del momento, che potrebbe però portare a serie conseguenze come sensibilità dei denti, gengive gonfie, morte dei nervi, ascessi o addirittura perdita dei denti.

Sicuramente, la buona riuscita della procedura dipende anche dalle diverse caratteristiche dei nostri denti. A tal proposito, ci sono pareri contrastanti da parte di persone che hanno tentato la nuova tecnica, riportati dal Daily Mail.