The Hunger Games” è uscito da appena 3 settimane negli Stati Uniti, con record di incassi inauditi per un primo episodio di un franchise, eppure il regista ha deciso di non proseguire. Ora è caccia al suo successore per il secondo episodio “Catching Fire”: la Lionsgate sta già facendo nomi illustri.

The Hunger games”, che uscirà in Italia fra poche settimane, è tratto dai romanzi di Suzanne Collins, e pare che l’autrice sia molto presente nella scelta del successore di Gary Ross per Catching Fire. Il quale ha scelto la produzione milionaria non perché non fosse attaccato al progetto, ma perché la Lionsgate voleva imporgli tempi troppo stretti.

Galleria di immagini: The Hunger games: still

L’uscita del secondo episodio di “The Hunger games”, infatti, è prevista per il novembre 2013, ma l’attrice principale, Jennifer Lawrence, alias Katniss, sarà sul set di “X-Men L’inizio 2” il prossimo gennaio. Perciò la casa di produzione ha tempo per le riprese soltanto da agosto a dicembre 2012. Tempo considerato insufficiente per Ross, che voleva dedicare due mesi almeno soltanto alla sceneggiatura.

E qui si inserisce la rosa di candidati registi cui la Lionsgate sta pensando. Un interno alla casa di produzione ha spifferato che ne stanno considerando 8, tra cui David Cronenberg, Alejandro Gonzalez Inarritu e Alfonso Cuaron. Cuaron è l’unico ad aver avuto esperienza con un franchise di successo globale, con “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban”. Cronenberg e Inarritu hanno spesso ricevuto offerte da produzione da blockbuster, ma hanno sempre preferito film indipendenti. Non si capisce quindi perché dovrebbero accettare ora.

Ma anche qui c’è lo zampino dell’autrice dei libri, anche produttrice del franchise, che preferisce registi attenti al lato artistico del prodotto, più che da blockbuster. Non sarà un’impresa semplice.

Fonte: LosAngelesTimes