The Last Song” è una commedia sentimentale-romantica diretta dalla regista esordiente Julie Anne Robinson.

Il film, che vede protagonista Miley Cyrus, nota per la serie televisiva Disney “Hannah Montana”, uscirà al cinema il 30 aprile.

Adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, che ne ha curato anche la sceneggiatura, il film vede per la prima volta l’attrice-cantante Miley Cyrus interpretare un ruolo drammatico.

Inoltre, sul set del film, l’attrice si è innamorata di Liam Hemsworth, co-protagonista del film.

“The Last Song” racconta la storia di Ronnie (Miley Cyrus), una problematica diciassettenne che vive a New York con la madre e il fratello minore. Ronnie è costretta a passare l’estate con il padre (Greg Kinnear), che li ha abbandonati alcuni anni fa.

Il padre vive in una piccola cittadina del North Carolina, in una piccola casa sulla spiaggia. Ronnie prova molto risentimento per il padre, anche se questi cerca di riallacciare un rapporto con lei attraverso l’unica cosa che i due hanno in comune, cioè la musica. Ronnie incontrerà l’amore con Will Blakelee (Liam Hemsworth).

Come in tutte le storie di Sparks, il dramma aleggia sull’intera vicenda e il padre, perdonato e redento, morirà.

Il film, ennesima trasposizione cinematografica dai romanzi di Nicholas Sparks (“Le parole che non ti ho detto”, “Come un uragano”) segue il solito copione: frattura, perdono, amore, redenzione.

Adatto a un pubblico di teen-ager, il film è confezionato su misura per loro: lunghi sguardi languidi, lunghi baci, dialoghi minimi, surplus di lacrime e occhi lucidi.

Se da un lato Liam Hemsworth mostra semplicemente il suo corpo palestrato indossando per la maggior parte del film pantaloncini corti, Miley Cyrus risulta fredda e inespressiva.

Il film è un collage mal riuscito di tante famose love-story del grande schermo, con uno script debole e scontato e un cast non convincente.

I fan di Miley Cyrus resteranno delusi se sperano di sentirla cantare e sentiranno nostalgia dei film di Hannah Montana.