In occasione della presentazione alla stampa del film “The Tourist“, che uscirà al cinema il 17 dicembre, il regista Florian Henckel-Donnersmarck e l’attore protagonista Johnny Depp hanno incontrato la critica italiana a Roma, nella bellissima cornice dell’hotel Excelsior. Grande assente all’evento è stata l’attrice Angelina Jolie, bloccata a causa del maltempo a Berlino.

Borsalino vintage, camicia nera, gilet gessato e poi bracciali, tatuaggi e anelli: così si è presentato alla conferenza stampa Johnny Depp, con la sua solita e affascinante aria da ribelle trasgressivo. Intanto, sia al red carpet che dinanzi all’hotel, migliaia di fan dell’attore hanno iniziato ad assieparsi fin dalle prime ore della giornata.

oneCinema ha partecipato alla conferenza stampa e ne riportiamo solo le battute più salienti.

Com’è stato interpretare un ruolo così diverso da quelli che fa di solito, un personaggio come Frank, un uomo molto tranquillo? Quanto di Johnny Depp c’è in Frank?

In tutti i personaggi che interpreto c’è sempre una parte di me. Frank, nello specifico, è invece un uomo molto diverso, perfetto e stirato. Ho voluto renderlo ipernormale. Mi ha fatto venire in mente un ragioniere che conoscevo e che girava il mondo con un solo hobby: quello delle foto. Fotografava tutto ciò che riproponeva il suo cognome, sia che fosse una strada o un negozio. Questo mi sembrava molto strano!

Come è stato girare a Venezia?

Andare a Venezia una volta nella vita è già di per sé un’occasione unica, poterci trascorrere 4/5 mesi della tua vita è un dono incredibile. Avevamo solo un problema: Angelina Jolie è molto popolare e i paparazzi ci seguivano ovunque. C’era sempre un muro di fotografi. Potevo godermi la città solo dalle 10 di sera alle due del mattino, quando la città si svuotava. È una città così piena di magia. È stato incantevole poter godere della poesia di questa città.

Quando ritornerà dietro la macchina da presa? Sono passati già 13 anni da “Il coraggioso”.

Penso che ci tornerò presto. Ma mi occuperò solo della regia, sicuramente non ne sarò anche interprete, almeno per questa volta.

Visto il suo look, quando smetterà di imitare Keith Richard?

Quando diventerò Keith Richards!