Nel periodo estivo e subito dopo il rientro dalle vacanze, è importante più che mai proteggere il colore dei propri capelli dalle insidie tipiche della stagione. Dal cloro al sale, passando per i raggi solari, questi fattori attivano un processo di ossidazione facendo in modo che i capelli colorati cambino sfumatura e si indeboliscano, perdendo consistenza e luminosità. Come rimediare? Le soluzioni più efficace sono di certo la prevenzione e le cure del rientro.

Galleria di immagini: Capelli sani d'estate

Innanzitutto, bisogna scegliere con cura lo shampoo da utilizzare durante il periodo di maggiore attività dei raggi solari. Via dunque shampoo comuni per {#capelli} tinti, ben vengano invece trattamenti specifiche per questo genere di problema come quelle offerte da marchi che hanno dedicato linee complete come Kerastase o L’Oreal Paris. Non si deve neanche dimenticare il balsamo, optando per quelli che creati con una formula speciale adatta a rafforzare la radice del capello, e le maschere protettive studiate appositamente per i capelli tinti.

Solitamente, un ottimo shampoo specifico non contiene solfato, condizione che consente al colore di restare intatto in quanto non subisce l’aggressione da parte di agenti chimici troppo aggressivi; utilizzare questo genere di shampoo aiuta inoltre a proteggere dall’umidità e dagli agenti atmosferici. Allo stesso modo, è importante conoscere l’utilità dei trattamenti alla cheratina che, grazie a un solido rivestimento protettivo, consente al capello non perdere lucentezza e di resistere più a lungo allo stress della stagione estiva.

Esistono, tuttavia, anche una serie di accorgimenti fai-da-te che consentono di proteggere la chioma giorno dopo giorno. Non lavate dunque i vostri capelli colorati con acqua eccessivamente calda, perché il calore farebbe aprire le cuticole, facendo scivolare via i pigmenti che donano colore; invece, usare uno shampoo in maniera delicata sempre diluito con acqua e mai direttamente sui capelli, e non asciugarli eccessivamente, come ad esempio stretti in un contorto turbante, aiuta a eliminare lo stress nel momento più delicato della routine di pulizia della chioma.

Piuttosto, è meglio scegliere di tamponare con l’asciugamano il cuoio capelluto e lasciare i capelli leggermente umidi affinché non si elettrizzino e diventino indomabili. Proteggeteli con una spruzzata lieve di lacca, li aiuterà a ricevere protezione dagli agenti atmosferici per l’intera giornata. Fuori casa, è poi sempre importante fare attenzione al cloro contenuto nell’acqua delle piscine; la tecnica migliore per proteggere i vostri capelli è una e semplicissima: bagnarli con acqua normale prima di tuffarci.

Per le ritardatarie delle vacanze, è utile sapere che in spiaggia, o semplicemente al sole, cappelli, sciarpe o prodotti con filtri solari sono un toccasana per proteggere i capelli colorati dall’indebolimento del colore, uno dei motivi della loro disidratazione. Le bionde potranno fare a meno di applicare decolorazioni troppo aggressive, visto che ci penserà il sole a schiarire i capelli in modo naturale. Anche le tinte scure, sono piuttosto facili da gestire, poiché per proteggerli basterà applicare una protezione dai raggi UV. Non è così, invece, per le tinte ramate: il rosso è il colore che subisce di più l’effetto del sole, meglio quindi utilizzare un balsamo specifico per i capelli rossi fino alla prossima visita dal parrucchiere.