Vi siete mai imbattute in quelle tipe che, una volta indossati occhiali da sole e microperizoma, si divertono a passeggiare avanti e indietro per il bagnasciuga scambiandolo per una passerella? Quelle che mostrano le loro (belle, per carità) chiappe con tanta sfacciataggine perchè vogliono chiaramente essere guardate?

Ecco quelle sono le tipe da spiaggia che rischiano davvero l’odio profondo del restante 98% della popolazione femminile adagiata sulla sabbia. C’è chi semplicemente le invidia, chi le maledice perchè distraggono palesemente il maritino, ma c’è anche chi le ammira, tuttavia non senza una punta di negatività.

Eppure loro rimangono sicure di sé: continuano a sfilare incuranti dell’odio, anzi crogiolandosene come fosse una conquista, e non smettono di bramare sguardi, sia dagli uomini che dalle donne. Vogliono essere desiderate, ma anche invidiate, magari addirittura fotografate.

E noi povere, misere mortali, cosa dovremmo fare per reggere il confronto con quelle chiappe statuarie? Bè la risposta è semplice: assolutamente niente. Perchè quei glutei così ben disegnati o li hai o non li hai; sì, l’esercizio fisico (costante e continuo per anni) può definire qualcosa, ma la natura in questi casi è implacabile e imprescindibile.

Dunque, se il gluteo perfetto non è fra i segni particolari della vostra carta d’identità, mettetevi l’anima in pace: in passerella sulla spiaggia non potrete mai competere. O almeno è quel che il perbenismo estetico vuole farci credere. Tuttavia, nell’esatto momento in cui dentro di voi dovesse scattare quel fastidiosissimo interruttore chiamato invidia, vi inviterei a ragionare: ma davvero pensare di “sfilare” in spiaggia non vi appare ridicolo? Inoltre, il “confronto” sulla spiaggia può durare una settimana, al massimo due, o forse solo qualche giorno: è quando si ritorna alla vita quotidiana che comincia la sfida vera.

E, infine, vale il ragionamento di una mia carissima amica: “se il mio uomo pur guardando altre chiappe continua a tornare da me, bè vuol dire che nonostante tutto ne deve valere davvero la pena”. Dunque che guardino pure, i maritini: la cosa non potrà che lusingarci, se loro torneranno ad elogiare le nostre di curve. Intanto noi non guardiamo spudoratamente le modelle improvvisate, daremmo loro soltanto soddisfazione. Impariamo invece a indossare un bel paio di occhiali da sole avvolgenti e schermanti: così potremo fare le nostre valutazioni nell’ombra e nel contempo osservare qualche bel bronzo di Riace senza essere redarguite dai partner!

photo credit: Parker Knight via photopin cc