La tisana al finocchio ha grandi proprietà digestive. Il finocchio, pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, non piacerà a molte di voi per il sapore, ma credetici, dovrebbe solo per le numerose proprietà che esso possiede: carminativa, antispasmodica, antibatterica ed antimicotica. Tanta roba verrebbe da dire per questa pianta ricca di vitamine e sali minerali e princìpi attivi che la rendono particolarmente utile per gotta, astenia, inappetenza, ciclo mestruale, secrezione lattea, reumatismi, flatulenza, vomito e vista debole.

Il finocchio, comunque, trova spazio per la preparazione di tisane consigliate per risolvere i disturbi digestivi, quali digestione lenta e dispepsie gastriche (disturbo benigno che provoca sintomi che si localizzano nella parte superiore dell’addome e la cui causa è ancora sconosciuta) e per i dolori addominali di origine digestiva (coliche gassose, come quelle del neonato). La tisana al finocchio può essere preparata anche con l’aggiunta di altre erbe, come la camomilla e la malva che aggiungono, oltre alla funzione depurativa, degli effetti calmanti ed emollienti.

Di seguito gli ingredienti necessari per prepararvi un’ottima tisana digestiva, aperitiva, depurativa e carminativa. Prendete delle foglie di rosmarino, fiori di tiglio, il frutto di finocchi e centaurea e foglie di menta piperita. Mescolate il tutto e lasciate in infusione per 15 minuti. Filtrate e bevete 2 o 3 tazze al giorno. Il vostro stomaco ringrazierà!

Pancia gonfia? Procuratevi dei semi di finocchio, della cannella, anice, zenzero e carvi. Riscoprirete il piacere di sentirvi in forma con gusto bevendo la tisana a fine pasto. Bonomelli vi propone il prodotto già pronto in comode bustine e in vendita nella grande distribuzione.

Se proprio volete una cosa semplice, più semplice di questa ricetta non c’è nulla. Fate bollire 200 ml di acqua; versatela in una tazza, aggiungete un cucchiaio di semi di finocchio (circa 2-3 gr); lasciate in infusione per 10 minuti, filtrate e bevete.