La tisana melissa permette di utilizzare questa pianta (Melissa officinalis) dalle mille virtù, ma conosciuta in particolare dalle note proprietà calmanti, in grado di contrastare anche stati di stress e nervosismo.

Come la camomilla e la malva, anche la melissa rientra infatti tra le erbe che donano un senso di relax in quanto risulta efficace per contrastare anche stati di ansia e preoccupazione. Quest’ultima, inoltre, farebbe bene non solo ai grandi ma anche ai più piccoli: nei bambini, infatti, la tisana realizzata utilizzando la stessa pianta risulta essere particolarmente indicata nei casi di insonnia infantile insieme a stati di agitazione, ansia, stress o tachicardia.

Per le donne, invece, la tisana alla melissa sarebbe indicata per contrastare i dolori mestruali, oltre ad essere utilizzata come digestivo, antivirale e antibatterico – per via dei polifenoli contenuti nella pianta, infatti è consigliata nel periodo invernale anche per prevenire il raffreddore e influenza -, e ancora per contrastare i disturbi del colon irritabile, vomito, nausea e gastrite.

Grazie alla sua funzione antibatterica e antivirale, si pensa che la melissa contribuisca ad abbassare febbre e aiutare ad eliminare le tossine accumulate nel proprio organismo, mentre gli oli contenuti nelle sue foglie sarebbero particolarmente efficaci per contrastare mal di testa, andando a rilassare il sistema nervoso.

Tisana alla Melissa: come preparare l’infuso

  • Preparare una tisana alla melissa è decisamente semplice in quanto basta munirsi della pianta stessa, sotto forma di foglie fresche oppure fatte essiccare (come quelle già pronte nelle apposite bustine che si trovano al supermercato o anche in erboristeria) e metterle in infusione nell’acqua precedentemente portata a bollore.
  • Dopo circa cinque o sei minuti si può rimuovere la melissa dalla propria tisana e gustarla proprio calda oppure tiepida: generalmente la tisana alla melissa viene sorseggiata prima di andare a dormire la sera, ma anche in momenti della giornata in cui ci si vuole semplicemente rilassare. In generale viene consigliato di bere una o due tazze di melissa al giorno.
  • Per quanto riguarda le quantità di melissa per ogni tazza (circa 250 ml) indicativamente possono bastare circa tre o quattro foglie e, se essiccata, anche un cucchiaino. Come ogni tisana, anche questa alla melissa dovrebbe essere bevuta senza dolcificanti, ma per chi non è abituato – o preferisce, per gusto – può aggiungere del miele o dello zucchero.
  • Per aumentare i suoi poteri rilassanti e concilianti al sonno, alla propria tisana – oltre alla melissa – possono essere aggiunte altre “erbe del relax” come la camomilla, mentre per un’azione più digestiva possono essere aggiunte delle gocce di limone (o una fetta sottile dell’agrume direttamente nella propria tazza).
  • La melissa è una pianta spontanea e per questo può essere trovata in campagna tra i prati, ma per averla sempre a portata di mano, oltre alla versione già pronta ed essiccata che si può acquistare, può anche essere coltivata in un vaso o nel proprio giardino di modo da avere delle foglie fresche ad ogni necessità.