Non ha ancora smaltito il successo planetario di “Avatar”, adombrato solo da qualche statuetta in meno del previsto finita nelle mani dell’ex-moglie, che James Cameron torna a far di nuovo parlare di sé. Come se non bastasse la notizia dell’extended version del suo ultimo capolavoro che verrà riproposto con 40 minuti di extra a Natale 2010, ora ritorna anche “Titanic“.

La pellicola record d’incassi, tornerà nelle sale di tutto il mondo nel 2012 con una nuova veste a tre dimensioni. Cameron ha trovato la sua formula vincente nel 3D e allora perché non festeggiare i quindici anni dall’uscita del film e i cento dall’affondamento della colossale nave con un restyling tridimensionale?

Ne parla nello specifico lo storico produttore delle pellicole firmate da Cameron, Jon Landau che ha fatto accenno a una nuova versione cinematografica con gli occhialetti, ma dall’altro lato ha escluso che, come è già avvenuto per “Avatar”, anche il primo kolossal di Cameron possa ‘subire un’estensionÈ.

La release in 3D del grande successo, con protagonisti Kate Wislet e Leonardo Di Caprio, era stata prevista per il 2012, ma Landau ha precisato che il team che sta lavorando alla conversione si prenderà tutto il tempo necessario: “Guardiamo al processo di conversione come a un processo artistico, e non solamente tecnico. Non credo che basti far lavorare operai e tecnici nel processo di conversione per trasformare un film”.