Tokio e Giappone sembrano essere l’ideale per i viaggi in primavera. Perché posseggono un po’ tutto, la metropoli tentacolare, ossia la capitale sopratutto, ma anche altre località, le bellezze naturali, cui si assommano quelle delle tradizioni e della gastronomia raffinata. Si tratta di una meta consigliata a chi è abituato a viaggiare per conto proprio, senza appoggiarsi a una struttura full inclusive, ma piuttosto interessato a conoscere anche i locali che via via gli si dipaneranno lungo il cammino.

I caffè del Giappone sono una tappa importante nei propri viaggi verso quelle località. In particolare i caffè di Tokio offrono un repertorio di varie umanità che si mescolano in questa grande città: i locali non rappresentano solo un pit stop, ma un luogo in cui rigenerarsi dalle fatiche e dallo stress quotidiani. Molti di questi presentano dei dettagli decorativi con gatti e felini vari: si tratta di una tradizione orientale, per cui il gatto è un animale ben augurante.

Galleria di immagini: Giappone

Andare in Giappone significa tuffarsi letteralmente nella cultura del luogo, a partire dalla festa di primavera, durante la quale tutti i ciliegi sono in fiore con la loro tipica e suggestiva chioma rosa, ma anche il culto dei morti, che segue i dettami affascinanti delle religioni orientali. Per non parlare di quello che rientra nella cultura, ma è anche svago, come i locali notturni a sfondo erotico. L’erotismo è qualcosa che permea profondamente il Giappone, dove niente è tabù, anche se forse qualcuno di questi locali per gli occidentali potrebbe apparire troppo eccessivo.

A questo si aggiunga la cultura dei manga, i fumetti e cartoni giapponesi, presenti come elementi architettonici nelle zone più moderne della città: a Odaiba, per esempio, si può ammirare un Gundam in scala 1:1, cioè un robot dei fumetti dell’altezza di ben 18 metri, che fu creato per essere esposto per un tempo limitato, ma è in quel luogo dal 2009.

Infine, non si può dimenticare di provare la gastronomia, e non solo il celeberrimo sushi. Nella cucina giapponese esistono moltissimi piatti gustosi e raffinati, soprattutto a base di riso o noodles, che comunque non piacciono a tutti i palati, ma sono sicuramente leggeri. Se non ci si fida, si può provare con un piatto che non dispiace quasi a nessuno, il ramen, che è una zuppa di spaghetti o carne e verdure in brodo. Da provare anche il saké, una bevanda alcoolica che va servita calda.

Fonte: Lonely Planet.