Sono passati quasi 25 anni da quando un giovanissimo Tom Cruise conquistava il pubblico del grande schermo con le evoluzioni aree di “Top Gun”. Oggi, con quasi mezzo secolo sulle spalle, l’attore americano sembra non volerne sapere di cedere il passo alle nuove leve, almeno per le scene più pericolose. Dai velivoli caccia del Tenente Maverick al grattacielo più alto del mondo per il nuovo “Mission Impossible 4” il passo è breve.

Nei giorni scorsi Cruise è infatti stato avvistato sulla cima del Burj Khalifa, a 828 metri dal suolo, seduto tranquillamente a piedi nudi durante le riprese del nuovo film “Mission: Impossible – Ghost Protocol“, atteso nelle sale a dicembre 2011. Era stato lui stesso a parlarne, durante una conferenza tenuta nei giorni scorsi a Dubai, anticipando che si sarebbe fermato per diverso tempo nell’edificio con la troupe della produzione.

Il suo obiettivo per il quarto film della serie, così come già accadde nei precedenti, è quello di non ricorrere quando possibile alle controfigure, in modo da rendere le sequenze più credibili agli occhi degli spettatori. Al contrario della terza pellicola, “Ghost Protocol” (universalmente riconosciuto anche come “Mission: Impossible IV”) non vedrà J. J. Brams alla regia, sostituito questa volta dal 53enne Brad Bird.