A poco più di una settimana dall’uscita della seconda parte dell’ultimo episodio di “Harry Potter“, gli attori principali hanno scoperchiato il vaso di Pandora e stanno rilasciando una confessione dietro l’altra. Ora tocca a Tom Felton, che ha detto di non aver mai letto “{#Harry Potter}” se non dopo le audizioni e di aver ricevuto un’inquietante proposta di adozione da un fan statunitense.

Galleria di immagini: Harry Potter 7: nuove immagini

Dopo la sconvolgente intervista di Daniel Radcliffe e il suo passato con l’alcool, e di Emma Watson con la paura di Hollywood, è la volta di Tom, che ha detto di non essere mai stato un gran lettore prima di Harry Potter:

“Sono stato uno degli ultimi a sbocciare, diciamo così. Ero probabilmente l’unico bambino nel paese che ha fatto l’audizione senza avere la minima idea di chi fosse Harry Potter. Sono molto grato, perché sono stati quei libri che mi hanno spinto alla lettura, da solo. Leggere non era un’attività particolarmente interessante quando ero a scuola e avevo 11 o 12 anni, e J.K. Rowling mi ha cambiato.”

Anche riguardo al casting ha fatto dichiarazioni molto aperte:

“Siamo onesti, non siamo stati scelti in “Harry Potter” per le nostre abilità recitative, siamo stati scelti perché assomigliavamo ai personaggi per come erano stati descritti. Abbiamo iniziato come veri dilettanti, e saremo fortunati se avremo imparato qualcosa negli ultimi 10 anni. La domanda è cosa faremo con questo adesso, dove andiamo da qui.”

Ma mettendo da parte le considerazioni metafisiche, Tom ha raccontato un episodio piuttosto inquietante nella sua esperienza di star globale:

“Un americano una volta ha provato ad adottarmi. È stata la lettera più inquietante che abbia mai ricevuto da un fan. Era molto serio. Non era semplicemente una lettera. Ha mandato un plico di documenti già compilati per me, dove dovevo semplicemente firmare, cambiare il mio nome in Draco, separarmi dai miei genitori e andare a vivere con lui in America.”

Piuttosto spaventoso, in effetti.