Come ogni anno Buñol, un villaggio vicino a Valencia, ha ospitato la più folle fiesta estiva dell’anno: la Tomatina. Sono state ben 22mila le persone che si sono scatenate in una vera e propria battaglia a suon di pomodori, lanciandosi addosso 140 tonnellate del tipico ortaggio spagnolo. Guardate le immagini.

Nonostante l’introduzione di un biglietto di 10 euro, i partecipanti si sono riuniti nel centro di Buñol e si sono lanciati in una guerra all’ultimo pomodoro. La nuova gestione privata della festa di interesse turistico nazionale non è stata però priva di polemiche. L’amministrazione comunale ha deciso di privatizzare la grande fiesta per limitare i disagi per i residenti dovuti alla massa di turisti e alla conseguente pulizia delle strade cittadine tinte di rosso dalla battaglia dei pomodori.

Nonostante le polemiche si è trattato di un grande evento organizzato in barba alla crisi, o per lo meno questo è quello che ha sostenuto la popolazione spagnola che insieme all’ente del turismo ha contribuito alla realizzazione della Tomatina. Ma una volta che la festa finisce tocca anche ripulire e rimediare ai danni: il comune ha dovuto sborsare la modica cifra di 170 mila euro per sistemare e far tornare le strade di Buñol alla normalità.

photo credit: aaroncorey via photopin cc