Toni Servillo al Torino Film Festival presenta “394”, il documentario di Massimiliano Pacifico che mostra la vita quotidiana, e il dietro le quinte, di una compagnia teatrale durante la rappresentazione dello spettacolo “Trilogia della villeggiatura” di Carlo Goldoni, interpretata appunto dall’attore napoletano.

Toni Servillo racconta ai giornalisti presenti alla ventinovesima edizione del Torino Film Festival, di come questa avventura sia nata. Lui, regista e attore dello spettacolo teatrale, si è trovato all’interno di questo documentario quasi senza accorgersene.

Galleria di immagini: Toni Servillo: le foto

Gli operatori infatti erano ormai parte integrante della compagnia. Il film documentario racconta la vita tipica di un gruppo di attori di teatro, dalle prove allo spettacolo, con tutta la gamma di emozioni che li accompagnano, dalla paura del palco all’eccitazione di recitare davanti a un pubblico.

La compagnia di “Trilogia della villeggiatura”, composta da 17 attori di cui ben 10 sotto i trent’anni, è stata ripresa dalle telecamere per 330 ore, poi ridotte a una in fase di montaggio.

Servillo aggiunge che un film come questo dovrebbe far parte della cineteca di qualsiasi amante del teatro, perché racconta cosa realmente accada nella vita di un attore, sempre in bilico tra realtà e recitazione.

Lo spettacolo, racconta poi Servillo, ottiene un enorme successo ovunque venga rappresentato, unica eccezione Bilbao dove il pubblico sembrava addormentato.

Fonte: Il Sole 24 ore