Il Pilates è una delle discipline più diffuse grazie alla sua capacità di tonificare il corpo e donare benessere anche alla mente. Oggi grazie alla sinergia con l’effetto benefico dell’acqua si sta sviluppando una nuova forma di fitness, l’AcquaPilates.

=>LEGGI: Pilates per tonificarsi, come fare

In questa nuova disciplina le posizioni del Pilates classico vengono riadattate per sfruttare meglio la potenza dell’acqua e ottenere un effetto rassodamento ancora più incisivo. Rimangono immutati i principi basilari del Pilates come una corretta respirazione per ossigenare i muscoli e il controllo sulle fasce addominali, lombari e i glutei.

Anche la colonna vertebrale viene coinvolta in tutti i movimenti che devono essere sempre fluidi, armoniosi, ma anche controllati ed eseguiti con concentrazione. Ci si può servire poi di alcuni attrezzi per potenziare l’allenamento, come bande elastiche, anello, cilindro e acquatube. Ma nell’acquapilates il lavoro principale è svolto dall’acqua.

Grazie alla parziale assenza di gravità infatti si può svolgere attività fisica senza rischi per le articolazioni e le ossa ed è per questo che è particolarmente indicato anche per persone anziane ed obesi. Inoltre l’effetto idromassaggio svolto dall’acqua aiuta a sgonfiare e ridurre la cellulite sulle gambe oltre che tonificare i muscoli.

=>SCOPRI come dimagrire con il pilates bruciagrassi

Anche chi soffre alla schiena può verificare un immediato sollievo grazie a questa disciplina che dona inoltre un benessere diffuso a livello psicologico e mentale, allontanando stress e tensioni.

L’allenamento si svolge in piscina con l’acqua che arriva alla vita o appena sotto al petto o completamente immersi, in base al tipo di esercizio. Inizialmente occorre prendere confidenza con le tecniche base come la corretta respirazione e il mantenimento della postura adatta.

Dopo circa 3-4 lezioni si cominciano a svolgere i veri e propri movimenti. Per aiutarsi si utilizzeranno le corde di separazione nella vasca o l’acquatube, uno specifico tubo di gomma al quale appoggiarsi per mantenere le posizioni e l’equilibrio.

=>LEGGI quali sono gli esercizi pilates per pancia piatta e addominali

Gli esercizi si svolgono in varie posizioni: poggiando le braccia sul bordo della piscina eseguire dei cerchi con le gambe oppure addominali piegando il busto e mettendo i polpacci sul bordo. Se poi la piscina è dotata di scalini questi possono essere utilizzati come punto di appoggio per piegamenti con braccia e gambe in posizione prona. Un valido aiuto arriva poi dalle bande elastiche e da molle vibranti che ancorate sui bordi della piscina servono ad allenare braccia e gambe.

Fonte: Benessere