Mentre lui era sul palco ad intonare le note della sua canzone per il pubblico dell’Ariston e per tutti gli italiani, i ladri svaligiavano il suo appartamento. È triste ciò che è successo a Tony Maiello, il quale, tornando nel suo appartamento di Milano, ha capito subito di essere stato derubato.

L’appartamento che divide con Antonio Maggio degli Aram Quartet, suo amico ed ex collega nel talent X-Factor, sarebbe stato svaligiato durante la settimana sanremese in cui il cantante campano era impegnato nella kermesse televisiva.

Risulta tra gli oggetti rubati, tra le altre cose, il computer in cui aveva memorizzato i suoi brani:

Sono entrati dalla finestra e mi hanno rubato diverse cose. Tra queste anche il computer, dove avevo memorizzato tutti i miei brani, e non ho nemmeno una copia dei miei file. Per fortuna ricordo tutto a memoria.

E nonostante la visita dei ladri, piovono polemiche sulla sua vittoria a Sanremo Nuova Generazione. Secondo alcuni, la sua vittoria sarebbe dovuta alla popolarità ottenuta con il talent di Rai Due e non con le sue doti canore:

Coloro che hanno insinuato che ho vinto solo perché provengo da un talent show hanno avuto la dimostrazione che non è vero. Dopo la mia partecipazione ad X-Factor non ho venduto niente e non mi è accaduto nulla di straordinario, anzi mi sono ritirato nell’anonimato a studiare, rinunciando alla popolarità.

Quindi subito dopo il talent, il cantante è finito temporaneamente nel dimenticatoio prima di risorgere dalle proprie ceneri con “Il linguaggio della resa”. E ora che è sulla cresta dell’onda, Tony Maiello spera di continuare ad avere successo e poter cantare canzoni ancora più impegnative:

Vorrei avere una carriera come quella di altri cantanti lanciati dalla mia discografica, Mara Maionchi, penso a Gianna Nannini, Tiziano Ferro, Mango e cantare l’amore e i problemi sociali.