Il top cucina è il piano di lavoro su cui appoggiare pentole, stoviglie e il cibo da cucinare o cucinato.

Per questo motivo bisogna far in modo che sia sempre il più possibile pulito. D’altro canto, grasso, calcare e aloni possono rendere decisamente difficile la pulizia. Vediamo allora come fare, a seconda del materiale in cui abbiamo scelto il top cucina.

Come pulire il top cucina

  • Top in legno: per lavare è meglio utilizzare prodotti naturali che non rovinino la superficie. È bene evitare ammoniaca e bicarbonato e spugnette abrasive. È invece molto indicata una soluzione di acqua e aceto in parti uguali. È importante asciugare bene il piano, per prevenire la formazione della muffa ed evitare che il legno possa imbarcarsi. Una volta ogni 15 giorni, si può passare una cera naturale d’api su tutto il top, così da renderlo lucente.
  • Top in acciaio: un panno in micro fibra imbevuto in acqua tiepida per la pulizia quotidiana della superficie è la soluzione migliore per un’efficace pulizia quotidiana, Per agire in maniera più profonda basta un po’ di aceto di vino bianco, da stendere e risciacquare con cura, che renderà l’acciaio più pulito e brillante.
  • Top in laminato: resistente a graffi, abrasioni e urti, il laminato vanta un’elevata capacità di resistere al calore e agli agenti chimici. Per la pulizia quotidiana è sufficiente passare un panno umido, imbevuto di una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia. Nel caso di laminato ad effetto lucido è meglio evitare l’uso di spugne abrasive e di detergenti aggressivi per non opacizzare il piano.
  • Top in corian: l’eccellente resistenza a macchie ed abrasioni unita ad un’estrema facilità di pulizia, fanno del corian uno dei materiali più diffusi. È liscio, quindi privo di fessure e porosità nelle quali potrebbe raccogliersi lo sporco. Il piano va sciacquato con acqua calda e asciugato con un panno morbido. In caso di macchie difficili come ad esempio limone, caffè o aceto, si può agire direttamente sulla zona interessata con una spugna leggermente abrasiva e una piccola quantità di sapone di Marsiglia. Basta strofinare delicatamente e risciacquare con acqua calda.
  • Top in granito: bisogna utilizzare solo acqua e sapone neutro, evitando ogni sorta di detersivo che ne potrebbe corrodere la superficie. Nel caso di macchie particolari, è bene provvedere immediatamente alla loro rimozione evitando che, rimanendo più tempo sul piano, vengano assorbite dal granito, macchiandolo irrimediabilmente.