È stata inaugurata a Milano, presso la Triennale, la mostra “Topolino e l’Italia” che celebra non solo l’amore che il nostro paese da sempre nutre nei confronti del celebre personaggio Disney, ma anche il filo rosso che li unisce.

Non dobbiamo dimenticare, infatti, che da quando Topolino ha fatto capolino (ormai più di 80 anni fa) in Italia ci sono state intere generazioni che l’hanno sia letto che creato: basta dare un’occhiata alle varie edizioni del settimanale a lui dedicate per ammirare le storie e i disegni realizzati da team di creativi italiani, i quali hanno fatto scuola anche nel resto del mondo.

Galleria di immagini: Topolino e l'Italia in mostra a Milano, le foto

La mostra rimarrà a Milano fino al 15 maggio. Ecco le 5 cose fondamentali che dovete sapere.

  1. È in contemporanea all’Esposizione Internazionale. Questa mostra potrebbe essere una buona scusa per andare in Triennale proprio in questo momento, dato che è in corso la XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, “Design After Design”.
  2. È itinerante. Milano è solo la prima tappa del viaggio che farà “Topolino e l’Italia” in giro per l’Italia. Al momento non sono state ancora annunciate le altre, ma sappiamo solo che il tour finirà a novembre sempre nel capoluogo lombardo.
  3. Si gode all’aria aperta. Una delle peculiarità di questa mostra è di essere open-air, ovvero allestita in un bel giardino e quindi da visitare e gustare all’aria aperta (l’ideale in questa stagione).
  4. Le opere sono personalizzate. La mostra comprende venti statue che rappresentano l’amato personaggio Disney, colorate, divertenti e tutte diverse tra di loro. Si parte dal Topolino originale e quello in versione sportiva (con cui si vuole ricordare il celebre Trofeo Topolino, che da sempre coinvolge i giovanissimi e li mette alla prova in varie discipline sportive), passando poi da quelli interpretati da prestigiosi brand italiani che ne hanno creato delle versioni personalizzate.
  5. Ha uno scopo benefico. A termine del tour, le opere di “Topolino e l’Italia” verranno battute all’asta da Sotheby’s e il ricavato andrà in beneficenza ad ABIO Italia Onlus, che realizzerà negli ospedali italiani degli spazi a misura di bambino.