Dal 19 marzo tornerà in TV “Ciao Darwin“, la nuovissima edizione dello storico varietà di successo condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti.

Ancora non si sa nulla sulla formula del programma. Nonostante il sottotitolo “La regressione“, lo show dovrebbe funzionare sempre allo stesso modo: due categorie di persone che si sfidano rispondendo ai quesiti più disparati e affrontando divertenti prove di coraggio.

Particolarmente fiducioso è il grande Bonolis, il quale spera che il suo programma metta in risalto tutti i difetti della gente per poter lasciare agli altri l’arduo compito di correggerli: insomma, la trasmissione deve far sorridere ma soprattutto pensare.

In un’intervista, il presentatore ha rivelato di voler guardare intorno a sé e trovare un mondo migliore:

Ho fiducia che la gente capisca che ci illudiamo di essere andati avanti e invece stiamo tornando indietro. Guerre, malattie, inquinamento e miseria sono frutto dell’avidità che sta uccidendo il mondo: noi sappiamo perfettamente che tutto ciò è un danno collettivo, ma nessuno vuole mettere a repentaglio i propri vantaggi. Siamo conniventi. Nessuno si interessa più di valori. Ma tanto, come prevede la profezia dei Maya, nel 2012 finisce tutto…

Per quanto riguarda i suoi programmi futuri, l’ex conduttore di “Bim Bum Bam” ha pensato anche di aprire una sua casa di produzione, qualora non gli fosse rinnovato il contratto in scadenza:

Lo farò. Quando mi scade il contratto, nel 2011. Per ora non voglio dire nulla di più. Se mi immagino ideatore di programmi per altri o anche davanti alla telecamera? Tutte e due le cose.