Questa sera riparte la trasmissione più irriverente della TV: torna “Le Iene” alle 21.10 su Italia 1. Al timone della trasmissione vedremo ancora una volta il trio vincente formato da Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu e Ilary Blasi.

E con i reporter in giacca, cravatta e occhiali scuri, tornano anche tanti servizi interessanti e sconvolgenti. Questa sera, infatti, si parlerà di baby prostituzione, un fenomeno poco conosciuto che man mano si diffonde sempre di più tra i ragazzi. Le iene Marco Fubini e Angela Rafanelli partiranno da un video arrivato in redazione per spiegare al pubblico che cos’è e come prevenire la prostituzione giovanile.

La baby prostituzione è un’attività simile alla prostituzione adulta: la differenza è che le lavoratrici di strada sono rimpiazzate da ragazzine, che offrono il proprio corpo ai coetanei. In cambio non viene pattuito un corrispettivo in denaro ma beni materiali come vestiti firmati.

E per i genitori che si chiedono dove possa avvenire tutto questo, le Iene spiegano che la maggior parte delle volte i rapporti si consumano nei bagni della scuola o in cantine di palazzi.

Tutto questo è davvero straziante: il servizio delle Iene mostra chiaramente, con l’aiuto di una telecamera nascosta e di un ragazzo complice, una baby prostituta che circuisce un ragazzo per ottenere delle ricariche telefoniche in cambio di un rapporto sessuale.

In un altro servizio, le Iene si occuperanno del giocatore del Milan Rino Gattuso il quale, da come si apprende dal sito dell’agenzia Adnkronos, si sarebbe dichiarato d’accordo con alcune idee leghiste:

Abbiamo una bellissima terra, abbiamo tutto, però le strade sono rimaste quelle di 50 anni fa, i problemi sono rimasti sempre gli stessi, quindi forse Bossi non dice cose sbagliate, forse per fare migliorare le cose ci vuole il pugno duro.