I Garbage sono tornati. Dopo 7 anni di pausa, provano di nuovo a scalare le classifiche con il loro quinto album, sempre sulla scia di un mix tra rock alternativo e pop cupo. Stavolta però la band ha prodotto l’album, che uscirà il prossimo 14 maggio, con la propria etichetta.

I Garbage, per chi li avesse ormai quasi dimenticati, si erano dati alla macchia nel 2005, ma già nel 2003 avevano vacillato prima di produrre il quarto album “Bleed Like me”. Record di vendite, ma senza hit-tormentoni come “I think I’m paranoid”, di “Version 2.0”, o “Androginy”, dal terzo album “Beaufitul Garbage”.

Galleria di immagini: Garbage, foto

I Garbage avevano dichiarato di volersi prendere una pausa perché ognuno voleva provare strade separate, ma dalle parole della rossa cantante scozzese Shirley Manson di questi giorni, le ragioni della parentesi potrebbero essere cercate altrove. Magari proprio nelle case discografiche:

«Davvero non ci piaceva il modo in cui la nostra carriera era gestita dalla nostra casa discografica. Abbiamo pensato “Non vogliamo più avere niente a che fare con degli asini. Non lasceremo che forze esterne ci spoglino di quello che amiamo fare”. E quindi non l’abbiamo fatto. Non volevamo che gente senza alcun gusto curasse la nostra carriera.»

E così il quinto album, “Not Your Kind Of People”, uscirà il prossimo 14 maggio, autoprodotto con il marchio Stunvolume, e subito dopo la band inizierà a portarlo in giro per l’Inghilterra, prime tappe a Londra. Su NME è possibile ascoltare i primi secondi di ogni traccia.

Fonte: NME