Un dolce morbidissimo e insolito che ha dentro un pizzico di magia: la torta di rose parte come una sfoglia, diventa un rotolo e poi, in forno, si trasforma in un bouquet irresistibile. Se i più golosi l’avranno già sperimentata al cioccolato, oggi vi proponiamo una variante dal gusto tondo con crema, mele e pinoli, che può essere arricchita a vostro piacimento con uvetta. Vediamo insieme come prepararla.

Ingredienti

Per la pasta: la scorza di 1 limone biologico, 150 grammi di zucchero, 150 grammi di latte, 1 cubetto di lievito di birra, 3 tuorli d’uovo, 30 grammi di olio extravergine d’oliva, 400 grammi di farina 00, 1 pizzico di sale.

Per la farcitura: crema pasticcera  preparata con 2 uova, uvetta sultanina q.b imbevuta nel rhum per 15 minuti, pinoli q.b, una mela tagliata a fettine sottilissime.

Procedimento

Preparate la crema pasticcera e poi lasciatela raffreddare. Poi, per realizzare la pasta, inserite nel boccale del vostro robot da cucina la scorza del limone (attenzione a non tagliare la parte bianca del frutto, perché è amara), il latte, il lievito, i tuorli, l’olio e la farina setacciata. Stendete il composto così ottenuto fra due fogli di carta forno in modo che abbia la forma di un rettangolo di spessore sottile su cui spalmerete la crema ben raffreddata assieme alle fettine di mela, l’uvetta e i pinoli. Arrotolate delicatamente la sfoglia su se stessa: formerete così un tronchetto che taglierete in piccoli cilindri alti circa 4 cm, le nostre rose. Sistemateli poi in una teglia con chiusura a cerniera imburrata e infarinata, in modo da comporre una sorta di fiore. Fate attenzione a distanziare le rose fra loro, perché in forno poi si uniranno. Lasciate lievitare così per circa un’ora, poi infornate in forno ventilato a 180° per circa 30 minuti.

Sfornate la vostra torta di rose, lasciatela raffreddare, togliete la cerniera. Infine, spolverizzate con lo zucchero a velo.

Pronte per la seconda magia? Vedrete la torta sparire in un attimo!

Galleria di immagini: Milano Food Week, NAIVE il cioccolato filosofico

photo credit: polloncate via photopin cc