Tosse bambini: un vero dramma. Già perché un bambino che tossisce per i genitori è sempre fonte di grande preoccupazione.

La tosse più frequente in età pediatrica è quella acuta. Di solito dura 4, massimo 5 giorni e deriva da un’infezione respiratoria di tipo virale. Spesso la tosse acuta si manifesta nelle prime ore del sonno e al mattino, causando notti insonni.

Per superare il problema però ci sono diversi rimedi naturali.

  • Aerosol: la soluzione fisiologica, senza l’aggiunta di altri medicinali, aiuta ad umidificare le vie aeree e a sciogliere il muco.
  • Pulizia del naso: in farmacia o anche nella grande distribuzione si trovano spray o fialette di soluzione fisiologica da inalare direttamente nelle narici del bambino per tenere pulita la cavità nasale.
  • Sonno con la testa sollevata: inserendo sotto al materasso un cuscino aggiuntivo, si può tenere il capo più in alto, in modo da placare gli attacchi di tosse.
  • Umidificare la stanza: con l’aiuto di un umidificatore e senza aggiungere sostanze balsamiche, che potrebbero irritare, si placa la tosse. Vanno bene anche salviette bagnate sui termosifoni o gli appositi contenitori di acqua.
  • Bere in abbondanza: i liquidi fluidificano il muco, è quindi importante far bere al bambino più acqua del solito.
  • Latte caldo: il latte caldo addolcito con miele aumenta la fluidità del muco e allevia il fastidio avvertito dalla gola irritata. Va ricordato tuttavia che anche per il miele sono stati segnalati effetti collaterali, come irrequietezza e insonnia: il consiglio quindi è di moderare sempre le dosi e non somministrare mai sotto l’anno di età.
  • Divieto di fumo: non fare mai soggiornare il bambino in luoghi in cui si fuma.
  • Specialmente in età pediatrica, i farmaci non devono essere mai somministrati di propria iniziativa, neanche quando si tratta di farmaci da banco, acquistabili senza bisogno di ricetta medica.
  • Il pediatra va contattato a ogni dubbio clinico e nel caso si debba intraprendere una terapia farmacologica.